Home Attualità Con Europa Verde nasce il progetto ecologista per il Matese, “nel territorio...

Con Europa Verde nasce il progetto ecologista per il Matese, “nel territorio mancano prospettive credibili di sviluppo”

Subito da riprendere i temi e la riflessione sulle strategie nazionali delle aree interne e la nascita del Parco nazionale del Matese

762
0

“Il nostro territorio vive una condizione di grande difficoltà e di mancanza di prospettive credibili di sviluppo. Anni di insufficienti politiche di valorizzazione hanno generato un reale impoverimento economico e sociale dal quale è possibile uscire solo attraverso una vera transizione ecologica dell’economia e della società”.
Poche parole, ma che toccano il cuore del problema del Matese e dell’intera piana del medio Volturno: si tratta del comunicato che annuncia la nascita di Europa Verde Matese come coordinamento dei comitati cittadini di Castello del Matese, Letino, Piedimonte Matese e Valle Agricola, frutto del progetto politico ecologista Europa verde nato alle elezioni europee del 2019 e che nel territorio matesino ha trovato occasione di visibilità in occasione delle recenti Elezioni per il rinnovo del Consiglio Regionale presentando come candidato locale Beniamino Rega.

> Leggi il Comunicato

Proposte per il territorio a partire dalle sue potenzialità, dalle identità ma anche dalle criticità in cui resta impantanata ogni politica di sviluppo locale che si tenti: un discorso avviato proprio in occasione della recente campagna per le regionali che di fatto vedevano il partito ecologista puntare su due riflessioni in particolare quali la Strategia nazionale delle aree interne (SNAI) e la nascita del Parco Nazionale del Matese, “le due grandi opportunità per lo sviluppo del nostro territorio”, come si legge nel comunicato.
“La consentirà di tornare ad investire nelle priorità per lo sviluppo del Matese. La sanità, le scuole, i trasporti, il lavoro e un grande piano di digitalizzazione dei comuni montani sono le urgenze sulle quali occorre intervenire per garantire anche nel Matese i fondamentali diritti di cittadinanza.
Il PARCO NAZIONALE DEL MATESE, che dovrà al più presto essere definitivamente costituito e dotato di un’attenta governance, sarà, attraverso la tutela del territorio e la valorizzazione delle risorse naturali, culturali e sociali, una concreta opportunità di sviluppo economico sostenibile. Mancare queste due grandi opportunità significherebbe togliere ogni prospettiva credibile di futuro ai nostri giovani e al nostro territorio”.

Parlare di sviluppo è possibile e non rimandabile. Ma farlo con competenza, professionalità, e attraverso l’ascolto reciproco tra chi li abita questi luoghi e chi è chiamato alla responsabilità politica di farli progredire, di garantirvi il benessere collettivo e la fruizione di servizi.

Quello del Comitato Europa Verde vuole essere un percorso formativo e di sensibilizzazione ai temi dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile; vuole essere l’occasione per fornire strumenti di lettura ai cittadini perché siano all’altezza di un confronto e della difesa di ogni valore che il Matese ancora rappresenta.

Nel Comunicato allegato, il testo integrale dell’appello rivolto al territorio e le indicazioni per aderire al progetto. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.