Home Chiesa e Diocesi “I lunedì dell’Azione Cattolica” da stasera sul web. Cinque “mosse” possibili per...

“I lunedì dell’Azione Cattolica” da stasera sul web. Cinque “mosse” possibili per essere come Gesù Cristo, in ogni luogo di vita

L'Azione Cattolica Italiana, in tutte le Diocesi, quest'anno offre agli adulti che ne fanno parte l'itinerario "Da corpo a corpo": attraverso alcune azioni che emergono nel Vangelo scaturisce l'invito a fare come il "Maestro", nella chiesa e nei contesti di vita

507
0

Comincia questa sera il percorso “I lunedì dell’Azione Cattolica” riservato agli adulti dell’Associazione della Diocesi di Alife-Caiazzo: 6 appuntamenti online sul tema che quest’anno accompagna la crescita umana e spirituale dei gruppi (uno riservato esclusivamente alla preghiera in prossimità di Pasqua).
Si chiama “Da corpo a corpo” il percorso che attraverso alcune azioni (verbi) traduce la missione principale chiesta ai laici adulti: servire e dare la vita…come Gesù.
Ma in che modo? Com’è possibile vivere l’esperienza del Maestro che si mette a servire? Come è possibile incarnare quel Vangelo che chiede ai cristiani addirittura di dare la vita?
La proposta dell’AC è in piccole “mosse” possibili, di quelle che si compiono abitualmente ma che ai credenti è chiesto di incarnare alla maniera di Gesù: sono i verbi abbassarsi, sfiorare, abbracciare, sollevare, mangiare
Ma quando Gesù si abbassa, sfiora, mangia…e in che modo?
Sono tutte azioni che si ritrovano nel Vangelo ogni volta che avviene un incontro che salva, una mano tesa che guarisce chi è in difficoltà, (“Alzati!”), ogni volta che Cristo decide di immergersi nella vita del suo tempo dalla parte degli ultimi, dei poveri…
Oggi questi verbi sono esperienze che pongono davanti a ciascuno un orizzonte nitido in cui compare chiaro il volto dei fratelli, della Chiesa tutta, della società e degli spazi politici: sono quegli orizzonti da avvicinare e in cui innestarsi e piantare semi di bene, compiere azioni concrete capaci di comunicare “da corpo a corpo” che un modello di società migliore è possibile e non è quella di chi cerca un posto di visibilità o di “regalità” (secondo la logica di quei discepoli che chiedono a Gesù di sedergli affianco nel suo Regno), ma di servizio che non chiede nulla in cambio, pensando solo al bene comune in ogni ambito della vita (ecclesiale e civile).
Questa sera alle 21.00 (su invito) il percorso inizia con il verbo “abbassarsi”: nel mondo globale della competizione fra tutti, e in un contesto societario che tende a selezionare e scartare, l’azione cattolica della Diocesi di Alife-Caiazzo proporrà due modelli: uno rimane il riferimento costante, Gesù Cristo (“Il figlio dell’uomo non è venuto per farsi servire, ma per servire e dare la propria vita in riscatto per molti” cfr. Vangelo di Marco 10,35-45) e il suo messaggio che non necessita di filtri e mediazioni bensì di scelte; l’altro modello di carattere sociopolitico, sarà Angelo Vassallo, sindaco di Pollica assassinato il 5 settembre 2010.
Cosa accomuna questi due personaggi? E perchè metterli insieme?
La scelta di essere per qualcuno, senza condizionamenti, la decisione di abbassarsi accanto alla gente ed essere per la gente mostrando a tutti che la vita conta se vissuta per il bene degli altri, ieri come oggi.
L’Azione Cattolica non tradisce la sua missione: essere popolare, ma nascere ogni giorno nella Chiesa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.