Home Arte e Cultura Rossano Pazzagli a Piedimonte Matese per il Maggio dei Libri. Nel cortile...

Rossano Pazzagli a Piedimonte Matese per il Maggio dei Libri. Nel cortile dell’Episcopio per raccontare “Un Paese di paesi”

Un nuovo evento a cura della Biblioteca diocesana San Tommaso d'Aquino; una nuova riflessione sulle aree interne e il loto potenziale paesaggistico e umano. Posti limitati, prenotazioni tramite App o telefono

564
0
L’evento dal “Matese al mondo” a cura della Biblioteca diocesana nel luglio 2020

In Biblioteca è la volta di Rossano Pazzagli con Un Paese di paesi, libro che sta riscuotendo molto successo e che come il sottotitolo suggerisce – voci e luoghi dell’Italia interna – ci propone di considerare sotto aspetti inediti il ruolo dei paesi come possibili laboratori di rinascita. Venerdì 28 maggio, alle 17.00 il cortile dell’Episcopio ospiterà l’ultimo evento della kermesse del Maggio dei Libri, rassegna nazionale con centinaia di appuntamenti in tutto il Paese, che sul territorio matesino ha visto protagonista la Diocesi di Alife-Caiazzo.

Rossano Pazzagli, docente di Storia del territorio e dell’ambiente all’Università del Molise, è anche dirigente della Scuola di Pesaggio “Emilio Sereni” ha affidato al suo libro la voce dell’Italia “minore”, quella delle aree interne e piccoli borghi marginalizzati dallo sviluppo, talvolta dalla comunicazione e da un’attenta politica di sviluppo sociale.
Eppure è anch’essa l’Italia – il Matese e le colline intorno al Volturno ne fanno parte a pieno titolo – di bellezze e ricchezze diffuse ma poco narrate, di paesaggi e centri abitati unici, nodi nevralgici di connessione da nord a sud dell’Intero paese, cinghia di trasmissione di vita, di valori, di tradizioni che di fatto hanno avuto un peso e ancora ce l’hanno nella storia sociale, politica ed economica italiana. Pazzagli mette in luce le contraddizioni dell’Italia di oggi…
La Biblioteca diocesana, attraverso riflessioni già note, si è inserita in questo filone che promuove e rilancia la voce delle aree interne e dei suoi protagonisti.

Sarà il direttore della Biblioteca, Luigi Arrigo a dare il benvenuto agli ospiti per poi aprire lo spazio necessario all’autore del libro e alla lettura di alcune sue pagine. Seguirà un dialogo con Pazzagli attraverso le domande e le riflessioni di Costantino Leuci, docente di Storia e Filosofia al Liceo Galilei di Piedimonte e fiduciario Slow Food; e di Nino Pascale membro del direttivo SEquS (associazione Sostenibilità, Equità Solidarietà) e promotore della Comunità Energetica Rinnovabile del Sannio nonché già presidente di Slow Food Italia.
Voce anche al pubblico presente: giovani, istituzioni civili e culturali del territorio…
L’incontro sarà allietato da intermezzi musicali a cura di Antonino Cestaro e Marino De Nisio.

 Posti limitati e prenotazioni  Pubblico contingentato a causa delle norme anticovid: seppur il cortile dell’episcopio garantisca in sicurezza la presenza di un cospicuo numero di persone è stato scelto di limitare l’accesso a sole 40 persone. L’evento sarà trasmesso online sui social della Biblioteca (Facebook; YouTube).
Per prenotarsi è possibile andare sul sito www.bibliodac.it e cliccare la “Prenota adesso” e selezionare l’evento; oppure tramite App  (Android; IOS) e selezionare “prenota” dal menu a tendina; oppure telefonare dalle 17.00 alle 19.00 di martedì, mercoledì e giovedì, chiamando al numero 0823 912707 (interno n.3).

Leggi anche

  • La Biblioteca in pillole. Pronte le dosi di Scienze sociali e Scienze naturali. Dal 17 maggio online (Link)
  • Questa poesia è per te… Dedica speciale ai paesi dell’Italia interna. Maggio dei Libri anche per la Biblioteca diocesana, appuntamento a Valle Agricola (Link)
  • “Dal Matese al Mondo”. Facciamo insieme un pezzo di strada, come la Chiesa accompagna le speranze dei giovani (Link)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.