Home occhio allo schermo La battaglia dimenticata: il war movie di Netflix racconta la battaglia della...

La battaglia dimenticata: il war movie di Netflix racconta la battaglia della Schelda

Il film con la regia dell’olandese Matthijs Heijningen Jr. nella classifica dei 10 film più visti dalla sua uscita sulla piattaforma

698
0

Noemi Riccitelli Disponibile dal 15 ottobre su Netflix, La battaglia dimenticata (The Forgotten Battle) del regista olandeseMatthijs Heijningen Jr. racconta di una delle meno citate battaglie della Seconda Guerra Mondiale, quella della Schelda.
Si trattò di una serie di operazioni militari che si svolsero nell’autunno del 1944 tra il Belgio e la provincia della Zelanda, nella zona sud-occidentale dell’Olanda.
Infatti, a seguito della liberazione del porto di Anversa, gli Alleati si dedicarono allo sgombero dell’estuario del fiume Schelda dalle forze tedesche.  
Il regista ricostruisce gli avvenimenti realmente accaduti soffermandosi, in particolare, sulle vite di tre personaggi, coinvolti nella tragedia della guerra e i cui destini si intrecciano nello sconvolgimento e il dolore del contesto bellico.

Teuntje Visser (Susan Radder), giovane impiegata e figlia di un medico che cura indistintamente alleati e nemici, Marinus van Staveren (Gijs Blom), un soldato delle forze naziste fermamente convinto dei suoi ideali e William Sinclair (Jamie Flatters), novello pilota dell’aviazione inglese, al seguito del suo capitano, Tony Turner (Tom Felton), si trovano coinvolti, in modo diverso, nelle drammatiche vicende delle fasi finali della Seconda Guerra Mondiale.
Ognuno di loro mette in discussione le proprie convinzioni, trovandosi di fronte a dilemmatici compromessi e, per la triste ironia della situazione bellica, si troveranno a confrontarsi gli uni con gli altri.  

Il panorama cinematografico internazionale, soprattutto quello italiano, è ricco di film che narrano gli accadimenti delle due grandi guerre mondiali: in molti casi, oltre ad essere opere d’arte, si tratta di veri documenti e testimonianze che non esaltano solo l’evento storico in sé, ma anche le vite di tanti esseri umani che non si sono limitati a sopravvivere, ma hanno agito riuscendo a distinguersi per azioni virtuose.
La battaglia dimenticata si inserisce nel filone di questo genere di film, rappresentando tanto i momenti salienti delle operazioni belliche, che le vicende umane parallele.

Il film riesce ad esprimere al meglio tutta la sofferenza, la brutalità e le ingiustizie che un conflitto, inevitabilmente, reca in sé: in questo senso, la fotografia (di Lennert Hillege) e la musica (di Emilie Levienaise-Farrouch) enfatizzano l’atmosfera di cupezza e incertezza che avvolge l’intera vicenda.
Tuttavia, la sceneggiatura (di Paula van der Oest), specie nel racconto delle vicende dei tre protagonisti, non sembra dare sufficiente respiro alla loro interiorità, facendo sì che queste storie risultino quasi di superficie.
Nonostante ciò, gli attori interpreti offrono delle buone performance e risultano convincenti nel loro ruolo.

Nel complesso, La battaglia dimenticata non è un film memorabile, di grande pathos, un racconto di gesta eroiche, ma la decisione di narrare una vicenda rimasta al margine è da premiare, realizzando una narrazione equilibrata, senza eccessi, che si lascia seguire, riscattando così la dignità e il ricordo di un’umanità rimasta ferma nella Storia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.