Home Chiesa e Diocesi Dalla Terra Santa Padre Ibrahim Faltas torna a Piedimonte Matese. Il racconto...

Dalla Terra Santa Padre Ibrahim Faltas torna a Piedimonte Matese. Il racconto della pandemia nei luoghi di Gesù

Lunedì 7 marzo, alle 10.30, presso il Cotton Movie di Piedimonte Matese, padre Ibrahim Faltas, tra i nomi più conosciuti dell'opera francescana, incontrerà di nuovo gli studenti, ai quali parlerà del suo libro "La pandemia in Terra Santa. Diario di un francescano"

1596
0

Giovanna Corsale – Padre Ibrahim Faltas torna nella città di Piedimonte Matese. Tra i volti più noti al mondo, frate francescano in Terra Santa, padre Ibrahim è autore del libro La pandemia in Terra Santa. Diario di un francescano, pubblicato nel 2021 da Terra Santa Edizioni e il prossimo 7 marzo sarà nel Matese per presentarlo. Appuntamento alle 10.30 presso il cinema Cotton Movie nell’evento promosso dal Liceo “Galileo Galilei” e dal Comune di Piedimonte. Con lui gli amici di sempre Gianluigi Santillo politico del Matese, e Stefano Cimicchi ex sindaco di Orvieto e cooperante in Terra Santa; quest’ultimo introdurrà i contenuti e gli itnerventi di padre Ibrhaim che racconterà agli studenti delle Scuole superiori della Città e a quanti parteciperanno l’esperienza di questi due anni di pandemia che appartiene a tutti i francescani e al popolo che essi da oltre 800 anni servono e accompagnano nella fede, nello studio, nel lavoro, nella costruzione della convivenza e della pace.
Quello di Padre Ibrahim Faltas è un ritorno atteso nella città matesina dopo l’incontro di gennaio 2020 in cui, poco prima del dilagare della pandemia, raccontava ancora una volta ai giovani studenti del territorio la centenaria missione francescana in Terra Santa e il fondamentale sostegno di cui il popolo palestinese o siriano ha bisogno, ma anche per testimoniare i forti segnali di pace che tra i giovani palestinesi e israeliano crescono e si fortificano tramite il sogno comune di pace, tramite la condivisione dello studio, dello sport, della formazione umana.  (CLICCA per leggere la notizia di Padre Ibrhaim a Piedimonte Matese nel gennaio 2020)

Il libro. A cominciare da Pasqua 2020, padre Ibrahim parla di “una festa umiliata e dimessa”, e da quel momento, topico per il credente, riti cancellati, pellegrinaggi annullati, perdite significative per quei posti. L’opera che i francescani svolgono nei luoghi di Gesù dal lontano 1342, dal servizio liturgico alle attività di educazione, formazione e di divulgazione culturale, ha subito una durissima battuta d’arresto e il libro di padre Faltas fotografa la sofferenza comune. Il diario di giornate in cui a regnare sono solitudine e assordante silenzio e solo la preghiera dona conforto. La spinta a resistere, tuttavia, viene dalla speranza, dal desiderio di riappropriarsi della normalità e proseguire nel cammino di evangelizzazione costruendo ponti tra culture, religioni ed etnie differenti.

Oggi la presenza francescana in Terra Santa resta fondamentale, come lo stesso Papa Francesco ribadì nel 2017 in occasione del rinnovo del loro mandato, quando forte risuonò il suo incoraggiamento “a perseverare lieti nel sostenere questi nostri fratelli, soprattutto i più poveri e i più deboli; nell’educazione della gioventù”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.