Home Arte e Cultura La Biblioteca diocesana lancia il format “In dialogo”, dal 21 ottobre tutte...

La Biblioteca diocesana lancia il format “In dialogo”, dal 21 ottobre tutte le novità per celebrare i 20 anni di impegno culturale

Da 11.800 a 44.000 volumi, così è cresciuta la Biblioteca San Tommaso d'Aquino della Diocesi di Alife-Caiazzo; ma anche il digitale ha fatto la sua parte: sono 500 i volumi antichi fruibili attraverso il web

828
0

In dialogo su scienze, fede, arte, tecnologia, società, ambiente: è la nuova proposta della Biblioteca San Tommaso d’Aquino della Diocesi di Alife-Caiazzo che sarà presentata in anteprima il prossimo 21 ottobre: dibattiti tra voci e posizioni – complementari e discordanti – a partire da libri di recente ed attuale pubblicazione; seguiranno da dicembre appuntamenti periodici fino a primavera inoltrata. L’evento, alle 18.30 in Biblioteca (Episcopio, Piedimonte Matese) sarà su Scienza e fede: un incontro necessario in cui dialogheranno Luigi Pio D’Errico divulgatore scientifico, Pierluigi Reveglia chimico e ricercatore universitario, Don Giadio De Biasio responsabile dell’Ufficio Custodia del Creato della Diocesi di Teano-Calvi. L’enciclica Laudato Sì di Papa Francesco sarà l’argine in cui fluirà il dibattito attingendo da contenuti scientifico-letterari quali Il genio non esiste di X Barbascura (Ed. Tlon), Plant Revolution di Stefano Mancuso (Ed. Giunti), Menti prodigiose (Collana Scoprire le Neuroscienze, Ed. Emse), La Scienza di Guerre Stellari di Luca Perri (Ed. Rizzoli) SCARICA LA LOCANDINA DELL’EVENTO.

In dialogo, il titolo di questo nuovo format culturale è solo una delle proposte che celebrano il XX anniversario dell’apertura al pubblico della nuova Biblioteca diocesana: era il 21 dicembre 2002 quando il vescovo Mons. Pietro Farina, dopo un lavoro di preparazione curato per oltre un anno dal dott. Luigi Arrigo che poi ne è diventato il Direttore, offriva alla comunità ecclesiale e civile del territorio un aggiornato spazio culturale che da quella data sarebbe cresciuto in termini di servizi e proposte, qualificandosi tra le migliori in Campania. Degli 11.800 volumi di allora, provenienti da donazioni private e proprietà della Diocesi, la Biblioteca San Tommaso d’Aquino oggi arriva a contarne 44.000 di cui 30.000 titoli in SBN (cioè fruibili tramite il Servizio Bibliotecario Nazionale). L’aumento dei volumi sugli scaffali in un ambiente di consultazione completamente rinnovato e piacevole da vivere, è proceduto di pari passo con importanti ed esclusivi servizi che avviati dal Vescovo di allora hanno trovato continuità, ulteriore potenziamento e completezza con il successore Mons. Valentino Di Cerbo. La collaborazione con Scuole e Università (presso la Biblioteca è anche possibile svolgere tirocini accademici e professionali); la cura di pubblicazioni di genere ecclesiale e storico; la comoda fruibilità dei testi tramite internet anche attraverso prestiti internazionali; la disponibilità di App per consultare testi moderni e antichi; il lavoro di digitalizzazione che oggi vede online disponibili 500 volumi antichi (Cinquecentine; Fondo librario dei Cappuccini; Fondo librario vescovo Gennaro Di Giacomo); eventi culturali occasionali e periodici; collaborazioni con Enti e Associazioni… sono la proposta ormai consolidata che fanno della Biblioteca un servizio di carità culturale esclusivo in tutto il Matese con un’utenza triplicata da quando, inaugurati i nuovi locali nel dicembre 2018, si può godere di spazi più ampi e confortevoli, wi-fi, angoli per lo studio riservati e spazi per momenti comunitari.

È una storia in divenire perché la Diocesi di Alife-Caiazzo non viene meno a quella vocazione, che è da sempre nella Chiesa, di sentirsi e mostrarsi generatrice di cultura: lo testimoniano i progressi e le scoperte, e le ricerche e le azioni di divulgazione a favore dell’arte, della scienza, della letteratura, della politica, della storia, della filosofia che conventi, monasteri, biblioteche, sagrestie hanno custodito e diffuso: saperi che si sommano al patrimonio sacro, a quello teologico, spirituale e morale che le è proprio.
Il XX anniversario della Biblioteca si inserisce nel tempo dell’episcopato di Mons. Giacomo Cirulli, vescovo di Alife-Caiazzo e di Teano-Calvi la cui azione pastorale include positivamente e in termini di continuità i progetti attuali e quelli programmati dalla Biblioteca diocesana (conferma di fiducia e di piena collaborazione anche nel periodo di Amministrazione apostolica affidata a mons. Orazio Francesco Piazza).

 Le iniziative in calendario  All’evento del 21 ottobre seguirà un’altra anteprima, questa volta di un genere già collaudato dalla Biblioteca: si tratta degli Incontri con gli Autori che vedrà protagonista il prossimo 4 novembre il Maestro Vincenzo Sorrentino, docente presso l’Accademia di Brera (Milano) per la presentazione del volume a sua firma L’arte come ordalia (Ed. Rubbettino).
La primavera porterà la Biblioteca diocesana fuori della sua sede per vivere l’esperienza di un Trekking letterario con tappe in alcuni luoghi suggestivi del Matese a partire dalle Encicliche sociali di Papa Francesco Laudato Sì e Fratelli tutti toccando temi legati all’ambiente e alla fraternità.
Confermato per l’estate 2023 l’evento “Dal Matese al Mondo 4.0” dedicato al territorio (in termini di risorse umane e ambientali) e al suo esporsi sulla scena mondiale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.