Home Territorio A Caiazzo una nuova area verde: educhiamoci al bello e ai nuovi...

A Caiazzo una nuova area verde: educhiamoci al bello e ai nuovi spazi comuni

Domenica, 5 febbraio, l'inaugurazione del Parco giochi della Rimembranza. Nei prossimi mesi si procederà ad ultimare anche le altre due aree verdi, in piazza Giovanni Paolo II (Cesarano) e in via Caduti sul Lavoro

803
0

Giovanna Corsale – Tre nuove aree verdi saranno presto fruibili dai cittadini di Caiazzo. Una di queste, che rappresenta solo il primo lotto, è il Parco giochi della Rimembranza, la cui inaugurazione si terrà domenica 5 febbraio alle 11.30, alla presenza del primo cittadino caiatino, Stefano Giaquinto; i rappresentanti della maggioranza amministrativa; don Antonio Di Lorenzo, parroco della Concattedrale, il quale procederà alla benedizione degli spazi.

Stefano Giaquinto

“Con l’apertura di tre nuovi parchi giochi vogliamo che Caiazzo diventi sempre più un centro abitato a misura di bambino. Ovviamente si tratta di aree verdi che potranno essere usufruite da tutti, indipendentemente dall’età, per trascorrere momenti della giornata in totale relax”, così il sindaco Giaquinto a proposito del progetto realizzato. Oltre al Parco giochi della Rimembranza, completamente videosorvegliato, è stato sistemato anche il campo di bocce, mentre gli altri due spazi verdi saranno ultimati nei prossimi mesi: il parco in piazza Giovanni Paolo II, frazione di Cesarano, e l’altro progettato in via Caduti sul Lavoro, la cui inaugurazione è prevista con molta probabilità per la prossima primavera.

La messa a disposizione di aree verdi dove poter condividere tempo, dove poter conversare in totale tranquillità e dove i bambini possano giocare spensierati per una comunità è qualcosa di molto significativo. Molto più che una prestazione di cui servirsi, ma un bene rispetto al quale porsi come custodi e non padroni; un bene da ricevere, curare e tramandare ai posteri nella sua integrità, perché esso è espressione di un’identità che appartiene a ogni singolo cittadino, di un patrimonio tramandato da una generazione alla successiva. Il rispetto e la cura degli spazi comuni, frutto del reciproco scambio tra governanti e governati, tuttavia, passano attraverso l’educazione al Bello ed è su ciò che si fonda l’equilibrio di qualsiasi realtà sociale e umana.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.