Home Chiesa e Diocesi Azione Cattolica. Tre incontri su cultura, politica e giustizia, il primo a...

Azione Cattolica. Tre incontri su cultura, politica e giustizia, il primo a Caiazzo su Armida Barelli con il prof. Ernesto Preziosi

Armida Barelli, Giorgio La Pira e Rosario Livatino sono i testimoni scelti dall'Azione Cattolica della Diocesi di Alife-Caiazzo in tre incontri a Caiazzo, Piedimonte Matese e San Potito Sannitico

984
0

L’Azione Cattolica della Diocesi di Alife-Caiazzo promuove il ciclo di incontri “Voce ai testimoni”, tre appuntamenti – curati dal Settore Adulti – dedicati a persone che con la loro voce e la vita sono stati autorevoli rappresentanti di valori quali la cultura, la politica e la giustizia.

Il primo, alla vigilia della festa della donna, sarà dedicato alla beata Armida Barelli, fondatrice dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, modello di donna impegnata per la tutela e il progresso dei diritti delle donne nel mondo della cultura, apripista in Italia di tante esperienze che hanno consentito traguardi civili e politici, come pure ecclesiali per la figura femminile. Organizzato in collaborazione con l’Associazione Amici dell’Università Cattolica, si terrà a Caiazzo il 7 marzo alle 19.00 nel salone parrocchiale Mons. Nicola  Maria Di Girolamo. “Libertà e sogno di una donna” è il titolo della serata che vedrà l’intervento del prof. Ernesto Preziosi, politico e storico italiano, docente universitario, responsabile della promozione dell’Università Cattolica, già vicepresidente dell’Azione Cattolica Italiana, vicepostulatore della causa di beatificazione della Barelli.

Gli incontri successivi saranno su Giorgio La Pira, sindaco di Firenze (il 20 aprile) e Rosario Livatino, giudice assassinato dalla mafia (12 maggio): “la forza del loro messaggio giunge fino a noi, oggi”, spiegano dall’Azione Cattolica diocesana “ed è un invito alla speranza, a scelte coraggiose e controcorrenti, ad impegni per i diritti delle donne e per gli ultimi della società, alla concreta realizzazione del bene comune. Ispirati dal Vangelo, essi hanno esteso lo sguardo oltre gli orizzonti di un fare comune e puramente umano tanto da essere divenuti, in vita e dopo, modelli di santità da ammirare, ma soprattutto imitare”.

Sono vite che provocano e testimoniano che cambiare il mondo in una prospettiva di giustizia, carità, fraternità è possibile. ll loro sogno di cambiare il mondo può essere anche il nostro?”: con questa domanda l’AC diocesana intende dare seguito al cammino formativo annuale intrapreso ad ottobre dal titolo Fatti di voce” condiviso mensilmente tra i responsabili delle quindici Associazioni parrocchiali presenti nella nostra Chiesa locale; e condividerlo con tutti coloro che possano sentirsi interpellati: l’invito a partecipare pertanto è aperto al mondo ecclesiale (sacerdoti, religiosi, diaconi, associazioni e movimenti); ai rappresentanti delle Istituzioni civili, del mondo della cultura, ai dirigenti scolastici e insegnanti; alle associazioni socio-politiche e per la tutela dei diritti umani. La prima serata, quella del 7 vedrà anche la presenza di Mons. Giacomo Cirulli, vescovo di Teano-Calvi, di Alife-Caiazzo e di Sessa Aurunca. Nell’occasione sarà allestita la Mostra espositiva su Armida Barelli “Nulla sarebbe stato possibile senza di lei” a cura dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e dell’Istituto Giuseppe Toniolo realizzata con grafica e testi a cura di Franco Cosimo Panini; verrà inoltre distribuita la graphic novel su Armida Barelli ideata e curata da Tiziana Ferrario, giornalista e scrittrice.

Gli appuntamenti successivi vedranno la presenza di altre autorevoli voci e testimonianza. L’incontro su Giorgio La Pira il 20 aprile presso il Salone dell’Oratorio San Domenico Savio in Piedimonte Matese vedrà la presenza del giornalista Claudio Turrini coautore della più completa biografia del Sindaco di Firenze Giorgio La Pira: i capitoli di una vita realizzata su iniziativa della Fondazione Giorgio La Pira insieme a Giovanni Spinoso (edizioni Firenze University Press); il 12 maggio, presso l’auditorium comunale di San Potito la riflessione sarà sul giudice santo Rosario Livatino (evento in collaborazione con il MEIC) con il contributo del Dott. Giovanni d’Onofrio, magistrato presso il Tribunale di Santa Maria C. V.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.