Home Eventi Matese e cambiamenti climatici. Sabato 22 aprile l’evento a cura della Fondazione...

Matese e cambiamenti climatici. Sabato 22 aprile l’evento a cura della Fondazione San Bonaventura

Sabato mattina "Trekking letterario" presso la Biblioteca comunale di Castello del Matese sul tema della montagna; nel pomeriggio confronto sugli effetti dei cambiamenti climatici su biodiversità e agricoltura in compagnia delle associazioni del territorio

928
0
Lago Matese. Foto di repertorio

Quali gli effetti dei cambiamenti climatici sull’ambiente e in che termini essi influiscono su biodiversità, agricoltura, ecologia? La Fondazione San Bonaventura promuove ancora un evento dedicato al climate change, una intera giornata di approfondimenti con particolare riguardo ai luoghi dell’Appennino italiano e partendo proprio dal Parco del Matese, tenendo conto che senza la conoscenza specifica dei fenomeni non è possibile progettare alcun intervento in grado di gestire le diverse problematicità territoriali, né cogliere stimoli per un'”inversione di rotta”.

Sabato prossimo, 22 aprile, in mattinata la seconda tappa del Trekking letterario, organizzato dalla Biblioteca “San Tommaso d’Aquino” e dall’Associazione Love Matese, focalizzata sul tema della montagna che si terrà presso la Biblioteca comunale di Castello del Matese. L’evento proseguirà nel pomeriggio, quando si parlerà di Appennino nella Transizione ecologica e sociale, tematica sulla quale interverranno il dott. Luigi Arrigo, vice presidente dell’Associazione San Bonaventura; Salvatore Montone, sindaco di Castello; il dott. Salvatore Girfatti, presidente del Parco del Matese; Giovanna Battipaglia e Sandro Sturmia, docenti di Scienze ambientali presso l’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”; il dott. Pierluigi Reveglia, chimico e ricercatore universitario.

L’impatto dei cambiamenti ambientali sulla biodiversità e sull’assetto della produzione agricola delle località appenniniche italiane sarà argomento trattato dalle Associazioni Ardea e Matese Nostrum, rappresentate da Giovanni Capobianco e Valerio Ferrazza; agricoltura e montagna con le Associazioni Love Matese e Slow Food, a cura di Claudia Orsino e Manfredo Fossa. Nel dibattito una parentesi di confronto a cura del dott. Luca Di Lello dell’Associazione San Bonaventura. Tra gli ospiti dell’evento, inoltre, Gaetana Musto, Presidente Legambiente Matese, Chiara Riccio, Referente Plastic Free, Beniamino Rega, attivista per l’ambiente e vice sindaco di Valle Agricola; Amedeo Santomassimo, guida istruttore di canoa.
Al termine degli interventi, sarà lanciata l’iniziativa Wiki Matese, ossia la raccolta di tutte le tesi di laurea dedicate al territorio, agli aspetti peculiari, alle sue potenzialità e alle sue fragilità.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.