Home Territorio Amministrative 2023. Caiazzo al voto, bilanci e prospettive dell’unico candidato a sindaco...

Amministrative 2023. Caiazzo al voto, bilanci e prospettive dell’unico candidato a sindaco Stefano Giaquinto

662
0
Lunghi anni di amministrazione per il sindaco uscente Stefano Giaquinto, nuovamente candidato alla fascia tricolore. L’esperienza, le opere realizzate, i progetti portati a segno, ma anche tutto quello che è da realizzare e che si attende la popolazione: le risposte sono in questa intervista alla vigilia del voto. Abbiamo parlato di ecologia e arredo urbano e servizi al cittadino; tra le opere e i progetti da realizzare, una più intensa collaborazione con le Associazioni cittadine, l’insediamento di una Casa di Comunità (struttura sociosanitaria), il rafforzamento della promozione turistica ed enogastronomica che a Caiazzo eccelle rispetto a numerosi comuni dell’Alto Casertano. Restano dei nodi da scogliere e l’ordinaria gestione da affrontare che si porranno all’attenzione della nuova Amministrazione (non oggetto di questa intervista): primo fra tutti l’utilizzo e l’impiego dell’ex edificio Decò oggetto di una lunga querelle giudiziaria. 
Una sola lista in corsa con nove candidati: a Caiazzo sarà importante il raggiungimento del quorum perché la Città abbia il suo Sindaco e il gruppo che l’affiancherà per l’amministrazione della cosa pubblica.
Una sola lista di candidati in questa campagna elettorale e carente di qualche presenza. Come giudica questa assenza di partecipazione alla vita democratica di Caiazzo? Come vi preparate a vivere i prossimi anni in cui mancherà il confronto e il controllo del gruppo di minoranza? 
Il gruppo “Uniti per Caiazzo” è consapevole che queste elezioni sono una prova importante e la conferma della nostra azione dipenderà dalla valutazione che ne daranno i cittadini. Nella legislatura ormai conclusa abbiamo attraversato una serie di situazioni impegnative, con enormi difficoltà, nell’erogazione dei servizi e nel completamento di progetti e lavori in corso a causa dalla pandemia del Covid-19.
Sapendo di aver superato queste prove, e fiduciosi dei risultati raggiunti, eravamo pronti a cogliere la nuova sfida ed è stata una singolare sorpresa, sicuramente lontana dalle nostre aspettative, trovarci soli a competere per l’elezione della prossima Amministrazione comunale. Siamo coscienti che Caiazzo è punto di riferimento per il territorio e le competizioni elettorali sono state sempre un momento di partecipazione democratica, anche vivace, ove le forze politiche e le liste civiche trovavano lo spazio per condividere, con i cittadini, i programmi per il futuro ma pensiamo che, in questa tornata, non sia mancato lo spirito democratico quanto piuttosto si sia trattato una serie di opposte coincidenze che, infine, hanno fatto mancare la presenza di altre liste.
Il gruppo “Uniti per Caiazzo” ha invece attuato, fin dall’inizio, una serie di scelte mirate per il futuro della nostra Città tra cui quella più visibile, ma non certo la più rilevante, è la partecipazione elettorale con il numero minimo di 9 candidati alla carica di consigliere che in caso di elezione comporranno, insieme, la nuova Amministrazione esprimendo figure e professionalità, in continuità delle scelte ed azioni già intraprese, che ben rappresentano la nostra Città. Per affrontare questa inedita situazione, e per il futuro democratico di Caiazzo, il nostro progetto è quello di favorire il più possibile la partecipazione dei cittadini attraverso le consulte tematiche, già previste dai regolamenti, affiancate dalla costituzione di una Consulta delle Associazioni e di una nuova Consulta dei Cittadini istituita come punto di confronto e partecipazione, dei prossimi 5 anni, se gli elettori vorranno rinnovare la fiducia al Gruppo “Uniti per Caiazzo” partecipando al voto e designandoci come futuri Amministratori.

Diverse iniziative a tutela dell’ambiente portate avanti in questi anni: isola ecologica; installazione di colonne per ricarica di auto elettrica; macchine mangiaplastica; casa dell’acqua. Quali passi avanti ha compiuto la città con il sistema di raccolta differenziata? E cosa dobbiamo attenderci per i prossimi anni?
Sicuramente la nostra Città può vantare un percorso virtuoso, ricco di successi, per la tutela dell’ambiente. L’isola ecologica, realizzata nel lontano 2005 nel corso della mia prima esperienza di Sindaco di Caiazzo è tra le prime strutture avviate nella Provincia di Caserta e, unitamente al programma di raccolta differenziata porta a porta, ci ha posto senza dubbio all’avanguardia nei nostri territori. Negli ultimi cinque anni la raccolta dei rifiuti è stata ulteriormente migliorata come testimonia il mancato aumento delle tariffe nonostante la crisi economica causata dalla pandemia e della guerra. Per il futuro puntiamo ad un ulteriore sviluppo ed potenziamento del servizio. Saranno messe in esercizio le Compostiere di Comunità, che verranno installate nell’area PIP ove già sono in corso i lavori, con una più efficiente selezione dei rifiuti organici elevandone il valore di cessione e realizzando un evidente guadagno risultante dal risparmio di costi di smaltimento. Non è mancata altresì l’attenzione al decoro urbano, come confermato dal nutrito numero di turisti e visitatori gastronomici che da tempo apprezzano la pulizia del centro storico, così come ai reflui oggi incanalati verso i depuratori realizzati e resi funzionanti. Certamente le colonnine per ricarica delle auto elettrica, la casa dell’acqua e la macchina mangia-plastica sono l’espressione visibile dell’impegno profuso ma sono in cantiere una serie di iniziative, meno visibili al momento, ma non meno importanti. Voglio ricordare l’adesione al progetto della Comunità Energetica Rinnovabile e le attività realizzate, ed in corso di realizzazione, per l’efficientamento energetico dell’illuminazione e dei sistemi termici gestiti dal comune. Non ultimo è infine il coinvolgimento delle Scuole e delle Associazioni caiatine sull’ambiente come dimostrano le giornate e manifestazioni organizzate per la cura dei beni comuni sensibilizzando i residenti sui problemi dell’inquinamento ambientale.

E in termini di opere sociali, su quali emergenze punterete? 
Migliorare la vita dei propri cittadini è uno dei principali obiettivi che l’Amministrazione Comunale continuerà a proporre ed attuare. La nostra popolazione necessità sempre più di assistenza sia per l’aumento dell’età anagrafica sia per una serie di bisogni sociali che l’epidemia di Covid ha fatto emergere con forza.
L’Amministrazione ha sempre cercato di reperire risorse e promuovere progetti per chi versa in stato di necessità operandosi per attivare le risorse Regionali, Nazionali e Comunitarie. Nel corso dell’epidemia Covid abbiamo realizzato, ad esempio, il sistema digitale di fruizione dei buoni spesa tramite un’apposita applicazione su telefono cellulare che ha permesso di erogare velocemente, e senza contatti diretti, i contributi provenienti dallo Stato a favore delle fasce più deboli. Inoltre, partecipando ad un apposito bando del Piano PNRR, abbiamo ottenuto per Caiazzo l’insediamento di una Casa di Comunità – struttura sociosanitaria che garantirà l’assistenza sanitaria primaria di prevenzione salute – e della Centrale Operativa Territoriale di cui a breve inizieranno i lavori a cura delle Regione nei locali messi a disposizione dal Comune.
Attenti al sociale ci proponiamo di incentivare l’Istituzione di centri d’ascolto e di aggregazione, in collaborazione con le Associazioni e le Cooperative Sociali già operanti nel settore, per tutelare le fasce deboli ed assisterle nell’eventualità vi fossero casi arbitrarietà e violenza. Il sostegno alle persone anziane, diversamente abili e bambini, pur nei limiti economici e competenze imposte all’Ente, sono stati uno dei punti ove l’impegno non è venuto mai meno. Basti ricordare l’attenzione ai soggiorni estivi per gli anziani, la realizzazione di progetti per spazi scolastici adeguati in favore degli alunni, la struttura per diversamente abili, in località Ponte della Vecchia, affidata ad una Cooperativa per il completamento e gestione, la partecipazione alle iniziative, con l’installazione di apposite panchine, che pongano in modo permanente l’attenzione verso i temi dei diversamente abili e contro la violenza sulle donne. Ed ancora Caiazzo è “Città del Si”, cioè la nostra Comunità aderisce all’iniziativa in favore della donazione di organi promossa dal Ministero della Salute come tutti possono osservare consultando il sito istituzionale del Comune ove, in prima pagina ed in modo permanente, invito ad aderire all’iniziativa.
Il nostro Comune partecipa ormai da tempo ai progetti di Servizio Civile in favore dei giovani e, come per gli anni trascorsi, continueremo a proporre nuovi progetti impegnando i ragazzi in attività di valorizzazione dei nostri beni culturali, di supporto ai servizi per le fasce deboli ed all’informatizzazione digitale dell’Ente.
Nei limiti consentiti dalle normative vigenti cercheremo infine di promuovere la creazione di appositi spazi, curati da Cooperative ed Associazioni, onde permettere di gestire parti del servizio pubblico, limitando contemporaneamente la spesa per l’Ente e favorendo, per quanto possibile, l’inserimento di chi versa in condizioni di inoccupazione fermo restando che siamo perfettamente consapevoli che il tema del lavoro è stato, e sarà a lungo, il momento di maggiore criticità per le aree interne della Provincia di Caserta.
Un’amministrazione allo specchio. In una campagna elettorale senza avversari, ma consapevole che i cittadini hanno osservato l’operato degli anni appena trascorsi in cui ha guidato il paese, quali limiti o ostacoli da superare individua nella sua amministrazione se guarda indietro? Quali segnali di speranza intende lanciare? 
L’espressione un “Amministrazione allo specchio” può essere interpretata in vari modi ma penso che, più in generale, si riferisca alla necessità dell’Amministrazione pubblica di essere trasparente e responsabile nei confronti dei cittadini che rappresenta.
Uno sguardo verso il passato con l’occhio del presente porrà certamente in evidenza varie criticità, piccole e grandi, ed è per questo che la prova elettorale è la conferma o meno di aver operato, nell’insieme, al massimo delle possibilità.
Per quanto ci riguarda voglio ricordare che fin dalle scorse elezioni il Gruppo “Uniti per Caiazzo” ha sempre posto alla base nel suo programma la massima trasparenza e responsabilità verso tutti i cittadini, e non solo verso i propri elettori, cosa che abbiamo realizzato e continueremo a fare se verremo nuovamente confermati.
“Essere allo Specchio” è stato uno dei segni distintivi dell’azione dell’Amministrazione comunale “Uniti per Caiazzo” e, in particolare, anche personale. La presenza del Sindaco e degli Amministratori presso la Sede comunale è stata costante ed i cittadini sapevano e sanno ove poterci trovare. L’Amministrazione ha operato valorizzando le nuove tecnologie con rinnovate piattaforme digitali – Sito Istituzionale, App, Canale Facebook – per rendere massimo l’accesso a cittadini ed utenti. Sono state rese disponibili tutte le informazioni previste dalle norme vigenti integrandole con ulteriori iniziative utili a comprendere e valutare l’azione amministrativa e l’operato dell’Ente. Posso dire che il sito istituzionale del Comune di Caiazzo è, e senza nulla togliere ad altri, uno dei più completi della Provincia con tutte le informazioni utili per i contatti con gli amministratori, gli orari di accesso agli Uffici, e le mail e contatti del personale con specifiche sezioni destinate all’accoglienza, commercio e cultura. Questo non vuol dire che ci fermeremo ed infatti ci proponiamo di migliorare l’organizzazione dell’Ente, grazie anche alla recente disponibilità della rinnovata Sede comunale e di nuove risorse per la digitalizzazione, in modo che i cittadini possano, ancora più facilmente, accedere a tutto quanto necessario sia per partecipare alla vita politica locale sia per fruire con migliori risultati di quello che oggi, come servizi, compete ad un Comune. Consapevoli che negli ultimi tempi i cittadini sono sempre più lontani dalla vita politica continueremo la strada della trasparenza con obiettivi semplici e realizzabili.
Il Consiglio comunale sarà quindi trasmesso in diretta streaming utilizzando programmi informatici “open source” (gratuiti) così che ogni cittadino potrà seguire in diretta l’Assise e garantiremo, come oggi già avviene con l’Albo Pretorio storico on-line, l’accesso diretto a documenti ed atti amministrativi di interesse pubblico, la consultazione e la richiesta di copie fermo restando il rispetto delle norme sulla privacy, redigendo il bilancio dell’Ente anche in una forma di più semplice lettura così che il cittadino possa avere dettagliate informazioni sull’impiego delle risorse pubbliche della nostra Città.
Caiazzo una delle città con elevato sviluppo enogastronomico in Alto Casertano: virtuosi modelli di imprenditoria locale hanno dimostrato che innovare e crescere è possibile. Sul modello di quel che accade nel vostro centro storico dove continuano ad aprire (o riaprire) piccole attività, cosa suggerisce a cittadini e a colleghi sindaci dei paesi limitrofi? 
Possiamo ancora dire che la Città di Caiazzo, nonostante la crisi in atto, è polo di riferimento socio-economico del territorio. Sappiamo tuttavia che il lavoro è presente se esistono le attività produttive e non basta unire il lavoro alle attività commerciali o enogastronomiche per programmare una politica di sviluppo territoriale.
La crisi pandemica ha colpito molte attività produttive, soprattutto nei centri storici e purtroppo, o per fortuna, il commercio in particolare è cambiato. Sapevamo che il periodo dei grandi Centri Commerciali ha definitivamente azzerato gran parte delle attività di prossimità ma, appunto, la crisi pandemica unita al mutare delle abitudini dei consumatori sta trasformando nuovamente il settore e coloro che sono stati capace di reinventare le attività oggi si trovano in una posizione privilegiata. Possono infatti intercettare i nuovi bisogni che puntano alla qualità e tracciabilità dei prodotti in particolare nelle filiere dell’alimentare e del “Made in Italy”. In verità noi abbiamo sempre creduto, anche quando si pensava il contrario, che la qualità delle produzioni e delle attività dovevano essere collegate strettamente ai propri territori ed infatti, da oltre 20 anni partecipiamo, tra i primi in Provincia di Caserta, alle Associazioni Città dell’Olio e Cittaslow per promuovere le buone pratiche produttive e la qualità della vita riscoperta con forza nel corso del Lockdown. L’Amministrazione ha già iniziato, con i mezzi digitali disponibili, a dare vita ad una forma di pubblicità specifica e gratuita delle sue realtà economico-produttive ma metteremo in campo ulteriori azioni congiunte per incentivare l’artigianato di bottega e le attività turistiche e di somministrazione. La linea è stata già tracciata, con la partecipazione al “Distretto commerciale” con l’obiettivo di favorire gli sforzi degli imprenditori nel reperimento delle risorse necessarie allo sviluppo delle proprie aziende. Pensiamo inoltre che per il “Centro Storico” dovrà essere incentivata la partecipazione delle locali Associazioni dei commercianti consapevoli delle notevoli difficoltà da affrontare. In questo campo l’Ente, da parte sua e nei limiti dei vincoli imposti dalle norme, cercherà di realizzare una progressiva riduzione delle imposte e tasse di propria competenza per permettere ed incentivare lo sviluppo di tali attività. Come già nella legislatura conclusa saranno attivati tutti i canali Regionali, Nazionali ed Europei per la ricerca delle risorse necessarie al miglioramento delle attività produttive e la loro ottimizzazione curando in maniera non secondaria i servizi collaterali di viabilità, comunicazione e sicurezza della Città. Comunicando in modo efficace queste azioni ed informando cittadini ed utenti in modo tempestivo sulle possibilità ed attività in corso contiamo di mantenere alto il livello di visibilità e qualità della nostra Città che per alcuni settori, non ultimo quello agricolo, è ormai sinonimo di marchio di qualità. I nostri sforzi saranno orientati all’innovazione poiché pensiamo che oggi un’Amministrazione comunale dove essere in grado di innovare, adottando nuove tecnologie e buone pratiche gestionali, per migliorare non solo efficacia ed efficienza dei servizi erogati ma per supportare al meglio i settori economico, produttivo e socio-culturale territoriali. Ormai da tempo coltiviamo ed abbiamo ottimi rapporti con i colleghi sindaci dei paesi vicini e varie sono state le occasioni di collaborazione condividendo informazioni e idee per affrontare i problemi comuni e trovare soluzioni condivise. Ricordo ad esempio i recenti eventi culturali congiunti realizzati grazie ai finanziamenti regionali ed i protocolli d’intesa per la presentazione e realizzazione dei progetti previsti dal PNRR. Voglio ancora ricordare la convenzione stipulata con “Matese Express” nella direzione dello sviluppo sostenibile e di qualità facendo conoscere a turisti, e cittadini delle provincie limitrofe, le bellezze e le bontà del caiatino. Con i fondi PNRR della digitalizzazione, a cui l’Amministrazione ha aderito, sarà migliorato infine il sito istituzionale che diverrà portale delle bellezze della città e del suo comprensorio aumentandone ed integrando, per una gestione condivisa, le strutture private di accoglienza ed ospitalità con la pubblicità di ogni struttura, attività ed azienda produttiva di Caiazzo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.