Home Scuola Offerta formativa all’ISISS Matese. Robotica, marketing territoriale, sana alimentazione: un anno di...

Offerta formativa all’ISISS Matese. Robotica, marketing territoriale, sana alimentazione: un anno di progetti “Scuola Viva”

Finanziati con fondi  POR-FSE regione Campania, i progetti rafforzano l'offerta formativa scolastica: numerosi i percorsi riservagli agli studenti degli Istituti Alberghiero, Industriale e Agrario: per ciascuno di essi la realizzazione di un prodotto/evento conclusivo

659
0

Angela Cinotti – Completati all’ISISS di Piedimonte Matese i percorsi dei progetti “Scuola Viva” finanziati con fondi  POR-FSE regione Campania, il programma rivolto a potenziare l’Offerta  Formativa del sistema scolastico regionale con l’obiettivo di rafforzare la relazione tra scuola, territorio, imprese, terzo settore e cittadini.

In quest’ottica si inseriscono le attività progettate dall’Istituto Alberghiero e dall’Istituto Tecnico Agrario e Industriale, le tre sedi costituenti l’ISISS Matese retto dal prof. Nicolino Lombardi. Entrambi i progetti si sono svolti nel periodo febbraio- giugno ed hanno coinvolto docenti interni ed esperti esterni su tematiche volte a potenziare le competenze degli studenti nei rispettivi ambiti professionali o trasversali ai vari indirizzi.

 All’Istituto Alberghiero 
Il percorso Scuola Viva dell’Istituto Alberghiero si è articolato in tre moduli.
Il primo “Alimentazione sana e corretti stili di vita”, indirizzato ad alunni dell’Istituto del secondo biennio (classi terze e quarte di Enogastronomia), avente come tutor il prof. Domenico Tescione, ha visto partecipare gli studenti con interesse sia nelle lezioni in aula che in laboratorio o nell’ azienda  dell’Istituto Tecnico Agrario. Nelle lezioni si sono alternati come relatori la dott.ssa Sara Di Rienzo nutrizionista, il dott. Domenico Gaudio, rappresentante di Slow Food Matese, la psicologa dott.ssa Rosaria De Angelis e la prof.ssa Paola D’Amore docente interna di Scienza dell’alimentazione. Le lezioni sono state incentrate su argomenti relativi all’alimentazione sana e ai corretti stili di vita, con un occhio di riguardo alla conoscenza delle allergie e intolleranze alimentari, alla tutela della biodiversità del nostro territorio e alla sostenibilità alimentare, senza dimenticare il risvolto psicologico della relazione che abbiamo con il cibo. Gli allievi hanno approfondito temi importanti per mantenere uno stile di vita sano e sostenibile e alla fine del corso hanno realizzato, sotto la guida dello chef Danilo De Cristofaro, un menù vegetariano, che ha tenuto conto dell’inclusività, dei prodotti di  stagione sul territorio e naturalmente del gusto e  della maestria nella realizzazione

Il secondo Modulo, “Marketing territoriale” rivolto principalmente agli studenti dell’indirizzo accoglienza turistica ha visto impegnata come Tutor la prof.ssa Anita Bisceglia, ed è stato realizzato in collaborazione con Slow Food Matese e con l’associazione Love Matese. Con la guida degli esperti Domenico Gaudio, Claudia Orsino, Angelo Rotunno e Manfredo Fossa gli studenti hanno potuto conoscere i presidi Slow Food del territorio, hanno approfondito il concetto di biodiversità, di turismo sostenibile e responsabile passando poi al turismo esperienziale ed enogastronomico con riferimento particolare alle peculiarità del Matese e dei prodotti dell’Alto Casertano.
Nella fase successiva i corsisti sono stati impegnati in  escursioni sul territorio per conoscerne i punti di forza e di criticità per poter poi avviare un progetto di marketing turistico. Hanno visitato siti di interesse dal punto di vista paesaggistico, storico, religioso e culturale tra cui quella vera e propria miniera di notizie sulla storia locale, religiosa e non, quale la Biblioteca Diocesana San Tommaso D’Aquino. Come prodotto del corso è stato progettato un “Itinerario dell’Armonia” presentato con una brochure (scarica).

Il terzo modulo, trasversale a tutte le classi, si è svolto con gli esperti della Società AQUA che gestisce la piscina comunale ed ha avuto come tutor le professoresse Maria La Vecchia e Angela Iadevito. L’attività motoria è stata scelta in quanto ha sui giovani effetti ampiamente positivi poiché migliora il livello di socializzazione, la riduzione dello stress e dell’ansia attraverso il movimento corporeo e nello stesso tempo favorisce la percezione dell’altro.

 

 Industriale ed Agrario 
Per quanto riguarda invece il settore tecnologico dell’ISISS i percorsi attivati sono sei, anche in questo caso alcuni di indirizzo più specifico, altri trasversali come il corso Cambridge per il conseguimento delle certificazioni linguistiche PET B1-B2 per la lingua Inglese attivato con gli esperti del British Language Centre con la professoressa Antonella Capuano che ha seguito gli studenti in veste di tutor. Al termine del percorso martedì 11 giugno 30 studenti dell’ITI hanno sostenuto l’esame per la certificazione PET B1.

Il Modulo “Scuola al sole” ha interessato studenti dell’indirizzo meccanica ed elettronica che, col supporto del prof. Enzo D’Accindio, sotto la guida degli esperti dell’azienda partner GL SOLAR ENERGY di Marcianise che lavora nel campo del fotovoltaico dal 2001, hanno potuto acquisire competenze specifiche da poter certificare in relazione al Repertorio Regionale dei Titoli e delle Qualificazioni in particolare riguardo alla qualifica di “Tecnico della progettazione, installazione e verifica di impianti fotovoltaici”. In particolare i corsisti hanno lavorato al Calcolo del fabbisogno di energia e diagnosi del sistema edificio/impianto e di seguito alla progettazione di un piccolo impianto fotovoltaico Stand Alone che hanno poi assemblato.

Il modulo “Robotica in classe” ha voluto potenziare ed ampliare la conoscenza della robotica e dell’uso e della programmazione dei robot industriali. E’ stato un corso rivolto e gradito principalmente dagli studenti dell’indirizzo elettronica dell’ITI che del resto è già improntato alla curvatura robotica le cui competenze sono tra quelle più richieste dal mondo del lavoro. Lo scopo era quello di approfondire le conoscenze degli studenti in materia in modo da consentire loro, se lo desiderano, di conseguire il Patentino della Robotica. Il protocollo formativo era ispirato all’offerta formativa Pearson Comau. L’esperto formatore è stato l’ing. Biagio Grasso, tutor il prof. Fabrizio Tamigi.

Il Modulo Conosciamo I Funghi, pensato e progettato principalmente per gli studenti dell’ITA, è stato tra quelli che hanno riscosso più successo; è diventato, infatti,  un modulo trasversale in cui i giovani sia dell’istituto industriale che dell’agrario, col tutoraggio del prof. Angelo Mone, hanno partecipato con entusiasmo alle lezioni degli esperti dell’Associazione micologica del Matese che hanno fornito conoscenze in materia di funghi epigei ed ipogei di cui il nostro territorio è ricco, nella stessa azienda dell’ITA, del resto, è presente una tartufaia. Lo scopo era quello di diffondere l’educazione alla raccolta corretta e responsabile nonché fornire le conoscenze utili all’ottenimento del Tesserino per la raccolta dei funghi.

Il modulo VIDEO MAKER, affidato all’esperto Antonino De Lellis, si proponeva di dare ai destinatari la possibilità di acquisire competenze specifiche da certificare nel settore della realizzazione di prodotti audio/video. Gli studenti sono stati impegnati in attività laboratoriali che oltre a dare loro il know-how dal punto di vista tecnico li hanno visti coinvolti anche nella progettazione e realizzazione di brevi video.

L’attività anche in questo caso andava ad arricchire e potenziare le conoscenze già acquisite in corsi analoghi organizzati nell’ambito dei PCTO per gli studenti dell’indirizzo informatica dell’ITI.

Infine il modulo Conoscere i PAT e la loro trasformazione, avente come partner Slow Food Matese e Love Matese  ha visto impegnati come esperti Angelo Rotunno e Claudia Orsino nonché la professoressa Giovanna Di Tommaso come tutor. Il progetto, rivolto agli studenti dell’Istituto Agrario, partendo dal recupero della conoscenza dei prodotti tipici locali, quali olio, grano e varietà di frutta antica dell’area matesina, si proponeva di realizzare un prodotto trasformato, nello specifico il sidro da pera (PAT) o mela, e definirne le potenzialità economiche sul mercato, simulando l’avviamento di un’azienda agricola il cui core business prevedeva la produzione e vendita del sidro del Matese. I ragazzi hanno partecipato con entusiasmo partendo dalla materia prima, realizzando il prodotto e progettando anche il marchio e il logo per l’immissione sul mercato e la vendita.

A tutti moduli del progetto è stato associato un servizio aggiuntivo di orientamento psicologico a cura della dottoressa Franca Di Marco.

Cos’altro aggiungere? Anche i progetti “Scuola Viva” mettono in evidenza la complessità e la variegata offerta formativa dell’ISISS e anche, è il caso di dire, una capacità progettuale che lavora sull’inclusione, sulla socializzazione, sul rapporto col territorio venendo incontro , per quanto possibile, alle esigenze delle famiglie; non è, infatti, da sottovalutare che i corsi per le certificazioni sono tutti gratuiti e che le famiglie, nel caso i ragazzi vogliano sostenere gli esami per il conseguimento di certificazioni o patentini l’unica spesa da affrontare è, appunto, solo quella dell’esame.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.