Home Chiesa e Diocesi Comunicazioni Sociali 2012: a maggio la Giornata Mondiale

Comunicazioni Sociali 2012: a maggio la Giornata Mondiale

770
0

Silenzio e Parola: il Vaticano riflette su un aspetto della comunicazione umana spesso dimenticato

 

In vista della 46° Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali, fissata per il prossimo 20 maggio 2012, dal Vaticano giunge una riflessione su un aspetto del processo comunicativo che, pur essendo molto importante, è spesso dimenticato. Stiamo parlando del rapporto tra silenzio e parola: due momenti della comunicazione che devono equlibrarsi, succedersi e integrarsi per ottenere un autentico dialogo e una profonda vicinanza tra le persone. Il silenzio è parte integrante della comunicazione e senza di esso non esistono parole dense di contenuto. Nel silenzio, ad esempio, si colgono i momenti più autentici della comunicazione tra coloro che si amano: il gesto, l’espressione del volto, il corpo come segni che manifestano la persona. Là dove i messaggi e l’informazione sono abbondanti, il silenzio diventa essenziale per discernere ciò che è importante da ciò che è inutile o accessorio. Sono da considerare con interesse le varie forme di siti, applicazioni e reti sociali che possono aiutare l’uomo di oggi a vivere momenti di riflessione e di autentica domanda, ma anche a trovare spazi di silenzio, occasioni di preghiera, meditazione o condivisione della Parola di Dio. Educarsi alla comunicazione vuol dire imparare ad ascoltare, a contemplare, oltre che a parlare, e questo è particolarmente importante per gli agenti dell’evangelizzazione: silenzio e parola sono entrambi elementi essenziali e integranti dell’agire comunicativo della Chiesa, per un rinnovato annuncio di Cristo nel mondo contemporaneo.                   

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.