Home Territorio Attesa nuova ondata di maltempo

Attesa nuova ondata di maltempo

534
0

Allerta tra i Comuni del Matese. Neve fino ai 300 metri tra venerdì e sabato.

I bollettini parlano di una intensificazione delle precipitazioni a carattere nevoso oltre i 500 metri e, a partire da domani sera, fino ai 300 metri. Comuni in costante collegamento con la Prefettura e la Protezione civile, da domani, in attesa del brusco peggioramento delle condizioni meteo, dopo la tregua concessa oggi. L’epicentro del fronte perturbato Blizzard starebbe proprio sul Matese sul fronte dell’Appennino campano. Il cielo sereno ha facilitato le operazioni di pulizia delle strade di montagna ancora ostruite dalla neve e si è cercato con ogni mezzo di raggiungere le aziende zootecniche dell’Alto Matese.  Ancora off-limits, sul Matese, la provinciale Miralago-Letino, che rischia di rimanere impraticabile ancora a lungo, considerando il peggioramento meteo. Completamente isolata Bocca della Selva, scuole chiuse già da oggi a Fontegreca e da domani le lezioni potrebbero essere nuovamente sospese a Prata Sannita e negli altri comuni del capriatese. Quasi del tutto riaperta al traffico la provinciale Ailano-Raviscanina-Sant’Angelo, dove la  neve  ha spezzato decine di arbusti. In azione bobcat e altri mezzi spazzaneve sulla provinciale Sant’Angelo d’Alife-Selvapiana, fino al tardo pomeriggio di oggi. A Valle Agricola si chiede un intervento urgente dei mezzi spazzaneve della Provincia per liberare dai cumuli di neve i bordi della strada provinciale per Ailano, che rischia di restare nuovamente interrotta. Fino al tardo pomeriggio di oggi le operazioni di pulizia della carreggiata sono state affidate ad una ditta locale. L’amministrazione comunale terrà gli uffici del Municipio aperti 24 ore per assicurare ai cittadini gli interventi di maggiore urgenza, soprattutto di carattere sanitario. Sufficienti, per il momento, i rifornimenti di sale; la Comunità Montana ha garantito ai 17 sindaci del comprensorio la disponibilità di tutte le squadre di operai forestali.  A Letino gli ultimi cumuli di neve sono stati rimossi dalle principali strade del centro abitato. La perturbazione già da stanotte comincerà a spostarsi dall’Adriatico verso la dorsale appenninica. Una pattuglia della Forestale presidia permanentemente l’accesso alla strada statale 7 per Arienzo, dove il transito è consentito, fino a nuova disposizione, soltanto con catene o pneumatici da neve. Qualche lieve criticità persiste anche sul versante di Roccamonfina e di Sessa Aurunca, dove pure si lavora alacremente per il totale ripristino della viabilità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.