Home Attualità Nuova allerta neve in Alto Casertano

Nuova allerta neve in Alto Casertano

690
0

Domani di nuovo scuole chiuse

La nuova ondata di neve prevista per oggi e domani continua ad allertare l’Alto Casertano che ancora risente dei forti disagi causati dalla nevicata dello scorso week end. In queste ore ha ripreso a nevicare sui monti del Matese e sul versante di Monte Maggiore: è già allerta in molti comuni, alcuni dei quali hanno già vissuto l’eseprienza dell’isolamento completo  fino a un paio di giorni fa. Questa mattina  i sindaci della zona hanno ricevuto per ben due volte la comunicazione via fax dalla Protezione Civile della Campania (prot. 103848) che allertava della possiblità di precipitazioni nevose prima a quota 400 mt e successivamente a quota 200 mt, fino in pianura. A Caiazzo, il sindaco Stefano Giaquinto già sui primi allarmi ha deliberato per domani la chiusura delle scuole, garantendo ai cittadini un servizio di assistenza tramite la Protezione Civile comunale al numero 3355804177. Confermato lo stop alle attività didattiche anche per la città di Piedimonte pronta all’emergenza neve già da ieri sera: “Seppur il centro cittadino non risentirà di gravi disagi, – ha dichiarato il sindaco, avv. Vincenzo Cappello – vista l’efficienza della Protezione Civile locale, e per l’irrilevante altitudine rispetto ai comuni del versane montano, le nostre scuole rimarrano chiuse sapendo che i numerosi studenti che confluiscono in città, provengono dai comuni limitrofi posti a più alta quota”. Deliberata la chiusura delle scuola di Raviscanina già dalle 12.30 di oggi e di Sant’Angelo d’Alife dalle 13.00. Per domanil’interruzione riguarderà anche i comuni di San Potito e Gioia Sannitica. In giornata potrebbero anche altri Sindaci decidere ugualmente, come quelli dei comuni di San Gregorio, Letino, Castello, Valle Agricola, Baia e Latina.

Nei giorni passati, seppur sia stato il versante Matese ad attirare l’attenzione della cronaca locale e regionale, la situazione non è stata facile per i residenti di Liberi, Pontelatone e Formicola. Decine di abitazioni sono ancora senza senza linea telefonica. Disagio che si è ripercosso anche sull’attività amministrativa dei comuni in quanto è stata responsabilità e premura diretta dei sindaci stabilire contatti con la Protezione Civile al fine di ricevere comunicazioni adeguate per far fronte all’emergenza  o per qualunque aggirnamento in merito. A testimoniare la delusione per lo stato delle cose,  la denuncia a Telecom Italia e per conoscenza alla Procura della Repubblica da parte del Primo Cittadino di Liberi, Antonio Diana.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.