Home Territorio Parcheggio interrato, il Comune procede per vie legali

Parcheggio interrato, il Comune procede per vie legali

736
0

La Giunta vuole il risarcimento delle spese del progetto incompiuto

 

E’ stato soprannominato, a ragione, il Ground Zero di Piedimonte. E’ il cantiere del parcheggio in sottosuolo da anni con le quattro frecce, pugno in un occhio per la città, soprattutto per aver privato la comunità oltre che di quei posti auto dinanzi al Municipio, anche degli spazi aperti dell’oratorio di S. Maria Maggiore. Di recente le cose si sono mosse in direzione positiva con un nuovo bando comunale per l’assegnazione dei lavori. E dopo una prima citazione del Comune da parte della stessa parrocchia, per l’occupazione dell’area dell’oratorio, è il turno ora dell’amministrazione comunale. La Giunta ha manifestato l’intenzione di nominare un legale per portare avanti un’azione civile di risarcimento danni nei confronti dei professionisti che, in fase di progettazione, commisero gli errori causa poi del blocco, come emerge dalla nota redatta dal responsabile dell’Ufficio Lavori Pubblici. La presa di posizione dell’Esecutivo cittadino segue i risultati degli accertamenti operati dall’Ufficio Tecnico che pure addebita ai tecnici incaricati la mancata realizzazione dell’opera. Il Comune spera così di recuperare le cifre impiegate nel progetto incompiuto che ammontano a 387mila euro.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.