Home Scuola Gli studenti del Liceo si fanno strada presso le Nazioni Unite

Gli studenti del Liceo si fanno strada presso le Nazioni Unite

720
0

We analyze, we care, we create. GeMun 2012

La cerimonia d'apertura presso il palazzo Ducale a Genova (foto Alessio Pece)

Consensi ed eccellenti risultati per gli studenti del Liceo “G.Galilei” che hanno partecipato a GeMun 2012 (Genoa Model Nation United) accompagnati dall’insegnante di lingua e letteratura inglese Giovanna Giordano. In 24 sono partiti alla volta del capoluogo ligure dove, nella suggestiva cornice di Palazzo Ducale hanno preso parte ad un’assemblea di ben 700 studenti, sul modello di un’assemblea delle Nazioni Unite. Italia, Stati Uniti, Bosnia-Erzegovina, Burkina Faso, Federazione Russa, Kuwait, Germania, Egitto, Turchia, Giordania, Costa Rica, India: sono solo alcune delle nazioni rappresentate dagli studenti presenti di età compresa tra i 14 e i 18 anni. Il protocollo e le modalità dell’assemblea così come i lavori delle commissioni sono stati gli stessi di un’Assemblea Onu, con tanto di resolution, clauses, votazioni, consensi e respingimenti sui temi ambientali, economici, sociali, giovanili, sicurezza internazionale e disarmo. Le commissioni dei giovani studenti, ognuna rappresentativa di un paese del mondo hanno avanzato idee e progetti per il futuro del pianeta relazionando esclusivamente in lingua inglese. I giovani liceali di Piedimonte Matese hanno vestito i panni dei rappresentanti di Palestina, Haiti, Croazia, Fao, Banca Mondiale puntando alle migliori “soluzioni” possibili per il “loro” paese; una tra gli studenti ha preso parte invece, in qualità di giudice, alla Corte Internazionale di Giustizia. Pur presentandosi come uno speciale “gioco di ruolo”, l’assemblea di GeMun è divenuta ormai un importante punto di riferimento per le Nazioni Unite dove confluiscono e vengono prese in esame le migliori soluzioni discusse a Genova ormai dal 2002.
Evento multiculturale in cui l’esperienza politica assume connotati nuovi e diversi, diventa un’opportunità di crescita e di scambio già tra i giovani, non una sfida competitiva, ma una sfida alla migliore soluzione, per il mondo intero.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.