Home Chiesa e Diocesi Mons. Valentino Di Cerbo. Due anni da Vescovo di Alife-Caiazzo

Mons. Valentino Di Cerbo. Due anni da Vescovo di Alife-Caiazzo

415
0

Primo maggio 2010, una gremita Basilica di San Pietro accoglieva circa quattromila fedeli accorsi per la solenne celebrazione presieduta dal Cardinale di Stato Tarcisio Bertone, in cui Mons. Valentino Di Cerbo avrebbe ricevuto l’ordinazione episcopale. Da Roma, da Frasso Telesino, dalla Diocesi di Alife-Caiazzo

“Ciò che stiamo compiendo – sono le parole del Card.Bertone durante l’omelia – è prima di tutto un atto di preghiera, nel quale il vero protagonista è il Signore. In lui tutto hai creduto caro Mons. Valentino Di Cerbo e la tua fede è la risposta al suo amore. E’ la fede che ti hanno trasmesso prima di tutto con l’esempio i tuoi genitori.

E’ la fede che ti ha guidato nel Seminario e quindi attraverso l’itinerario formativo al sacerdozio. La fede ti ha ispirato nel tuo ministero, da viceparroco della grande comunità di San Luca al Prenestino, poi come insegnante di religione e nell’Ufficio catechistico del Vicariato; poi nel breve periodo di servizio alla Biblioteca Vaticana e quindi nel lungo lavoro in Segreteria di Stato, dove negli ultimi anni hai svolto il ruolo di Capoufficio della sezione italiana. Per questo motivo ti esprimo nuovamente apprezzamento e riconoscenza a nome del Santo Padre. Ora caro Monsignore, tu raccogli tutto questo cammino nel tuo cuore e rendi grazie a Dio. A Lui, noi affidiamo, nella tua nuova missione di Pastore di Alife-Caiazzo. Questa Diocesi nella nuova conformazione è di origine recente, ma porta in sè la lunga storia delle due antiche Diocesi che la compongono. Sabato prossimo (8 maggio 2010, ndr) caro Mons.Valentino, tu sarai in mezzo a loro; farai l’ingresso nella tua nuova Diocesi. Cosa porterai? Porterai la buona notizia di Dio, del suo amore fedele.

Ti prenderai cura delle persone a te affidate e le guiderai con amore e fermezza pronto a sacrificarti per il loro bene. Cercherai di rendere la Chiesa di Alife-Caiazzo sempre più bella, una vera casa di comunione”.

Auguri dalla redazione di Clarus!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.