Home Scuola Baia e Latina. La nuova scuola

Baia e Latina. La nuova scuola

607
0

“Seminiamo insieme buoni frutti”. Le parole del sindaco Michele Santoro a genitori e insegnanti

Festa di fine anno davvero speciale per i bambini e i ragazzi della scuola dell’infanzia e della scuola primaria di Baia centro, nel comune di Baia e Latina. Questa mattina, il sindaco Michele Santoro ha consegnato ufficialmente la nuova scuola ai suoi concittadini più piccoli. Dopo ventidue anni, tra fasi progettuali ed esecutive, l’edificio è a disposizione degli alunni di oggi e di quelli che negli anni si avvicenderanno tra i banchi di scuola. Con il sindaco, anche il Dirigente scolastico del Circolo didattico di Pietramelara, Ada Romano, il Vescovo Mons. Valentino Di Cerbo, il parroco don Antonio Sasso e numerose famiglie.
Un edificio realizzato secondo innovative tipologie di costruzione dal punto di vista funzionale, ambientale, con l’adozione di fonti energetiche alternative e l’uso di materiali  e impianti che consentono l’isolamento termico e acustico, la riduzione di campi elettromagnetici e ogni garanzia antisismica. Il sindaco ha voluto ricordare, nel suo saluto iniziale – con un minuto di raccoglimento – i bambini e le famiglie dell’Emilia che in questo momento proprio a causa del terremoto hanno perduto affetti e sicurezze.
Ha manifestato gratitudine per tutti il Primo cittadino, per tecnici comunali, gli assessori, la ditta esecutrice dei lavori, i progettisti, senza escludere dal suo pensiero parole di paterno affetto per i giovani alunni: «A voi l’augurio di crescere saldi nella tradizione dei nostri valori e di imparare dai vostri insegnanti ad essere bravi cittadini, rispettosi delle leggi e generosi nell’accogliere ogni altra persona, qualunque essa sia, soprattutto se è nel bisogno». Alle insegnanti invece, oltre alla riconoscenza il richiamo alla grande responsabilità di ogni educatore: «Baia e Latina proviene da una antica tradizione contadina. Seminiamo assieme ogni giorno buoni semi perché i nostri campi continuino a produrre buoni frutti». E poi citando San Giovanni Bosco, concludendo, si è rivolto a tutti i presenti: «Ricordatevi che l’educazione è cosa del cuore. Il cuore che voi genitori mettete nel seguire e far crescere i vostri figli; il cuore delle insegnanti che giorno per giorno li seguono nelle attività didattiche; il cuore della comunità di Baia e Latina che si prende cura delle proprie generazioni…».
Pensieri rivolti al futuro anche dalle parole della Dirigente Romano chiedendo di fare della scuola uno spazio di accoglienza di ogni diversità, dove il rispetto delle differenze e delle identità apra il contesto in cui viviamo ogni giorno ad una dimensione europea.
Al Vescovo l’intervento conclusivo in cui ha esortato alunni, genitori ed insegnanti a crescere tutti nel rispetto del cuore e del dono che ciascun uomo porta con sé.
Protagonisti dell’evento gli alunni, che hanno salutato la loro scuola con pensieri simpatici, con canti e danze popolari. Dopo la benedizione e il taglio del nastro la festa è proseguita all’interno dell’edificio dove alunni, insegnanti, autorità e famiglie hanno condiviso la gioia di questo regalo che la comunità si è data.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.