Home Attualità Truffavano l'Inps in provincia di Caserta, la Finanza individua i colpevoli

Truffavano l'Inps in provincia di Caserta, la Finanza individua i colpevoli

488
0

Truffavano l’Inps, incassando per anni pensioni intestate a persone già morte, per somme anche superiori ai centomila euro.
La Guardia di Finanza di Caserta ha sequestrato beni mobili e immobili, per un valore complessivo di circa 290.000 euro, nei confronti di vari soggetti responsabili di truffa aggravata continuata ai danni dello Stato.
Le indagini condotte dalla Compagnia della Guardia di Finanza di Caserta, su delega e coordinate dalla speciale Sezione reati economici, societari e finanziari della Procura della Repubblica di S. Maria Capua Vetere, hanno preso avvio dall’incrocio dei dati acquisiti presso gli Uffici anagrafe dei Comuni della Provincia di Caserta con quelli relativi alle prestazioni previdenziali e assistenziali corrisposte dall’Inps, e dalla conseguente rilevazione di anomalie costituite dall’erogazione delle prestazioni pensionistiche in favore di soggetti risultati morti.
Successive verifiche presso gli Uffici Postali e gli Istituti bancari di riferimento hanno consentito di accertare che le somme risultavano regolarmente incassate post- mortem, con attestazioni fraudolente di esistenza in vita del beneficiario, dai soggetti originariamente delegati al ritiro della pensione o cointestatari dei conti correnti su cui la stessa veniva accreditata.
Nei mesi precedenti si era proceduto all’arresto in flagranza di due degli indagati. Con la misura oggi sono stati sottoposti a sequestro, in vista di futura confisca, terreni, fabbricati, autovetture e conti correnti nella disponibilita’ degli indagati per un valore corrispondente alle prestazioni economiche da ciascuno illecitamente percepite. (fonte Adnkronos)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.