Home Attualità Ciechi ma con patente, truffa all'Inps nel casertano

Ciechi ma con patente, truffa all'Inps nel casertano

579
0

235mila euro percepiti per anni, ora messi a sequestro dalle Fiamme Gialle

Per anni, fingendosi ciechi, tre uomini e una donna residenti a Caserta hanno ottenuto dall’Inps indennità di accompagnamento pari a quasi 235mila euro.
Oggi la Guardia di Finanza, che lo scorsoanno arrestò in flagranza uno dei quattro, il sessantottenne Bernardino Oliviero, sorpreso tranquillamente a guidare l’auto, ha parzialmente chiuso il cerchio delle indagini sequestrando i conti correnti dei presunti truffatori su ordine del gip di Santa Maria Capua Vetere che ha accolto la richiesta della Procura della Repubblica.
Con Oliviero risultano indagati per truffa continuata aggravata ai danni di un ente pubblico anche i 58enni Annamaria Tavano e Umberto D’Angelo e Giuseppe Tescione, di 59 anni.
Le indagini condotte dai finanzieri della compagnia di Caserta partirono dall’incrocio dei dati contenuti nel sistema informativo delle Fiamme gialle con quelli in possesso dell’Asl e con quelli relativi alle prestazioni pensionistiche corrisposte dall’Inps a soggetti residenti in provincia di Caserta.
In particolare era emerso come Oliviero, ufficialmente cieco e percettore di indennità dal 2003 (ha ottenuto in tutto 60mila euro), fosse in realtà titolare di patente di guida; l’anziano fu seguito e filmato dai finanzieri guidati dal capitano Salvatore Tramis mentre girava in auto per il capoluogo; con lui anche la figlia trentenne che fu denunciata perché aveva apposto la sua firma sull’ istanza per il riconoscimento della cecità del padre. Gli altri tre falsi ciechi furono solo denunciati.
(fonte Il Messaggero)
http://bit.ly/OigOw9

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.