Home Arte e Cultura Quei cibi veloci e pericolosi…

Quei cibi veloci e pericolosi…

1381
0

Bibite, salumi, patatine. Meglio senza!

Fretta, mancanza di tempo, poca attenzione. Spesso sono questi i motivi che stanno dietro a scelte sbagliate in fatto di alimentazione. In una società che si orienta sempre più verso il consumo di cibi già pronti, preconfezionati o geneticamente modificati, bisogna essere molto attenti nella scelta di ciò che si mangia. Ecco una lista di cibi da evitare, dai cosiddetti “junk food” ai “falsi cibi”, prodotti di bassa qualità, ricchi di conservanti, coloranti e sostanze chimiche.

Bibite analcoliche gassate
Una lattina da 33cl di queste bevande contiene circa 10 cucchiaini di zuccheri, 150 calorie, 55 mg di caffeina ed è piena di coloranti alimentari artificiali e solfiti. Questi drink sono anche estremamente acidi e quindi filtrati con difficoltà dai reni contribuendo a indebolire le ossa. (…)

Pop Corn
Un recente studio americano commissionato dal Center for Science in the Public Interest rivela come i pop corn, se consumati in grandi quantità, siano molto più dannosi di un pranzo al fast food, soprattutto se associati a una bibita gassata.

Questo per via delle tante calorie – 387 ogni 100 gr – e della grande quantità di grassi saturi che viene fornita dai pop corn, soprattutto quelli cucinati con il burro, un quantitativo stimato pari a quello che un adulto dovrebbe assumere in tre giorni. (…)

Patatine fritte
Oltre al fatto che contengono elevate quantità di grassi – 218 calorie per 100 gr – e che molto spesso vengono cucinate in olii riutilizzati decine di volte, le patatine fritte sono anche portatrici di uno dei più potenti agenti cancerogeni: l’acrilamide. Si tratta di una sostanza molto tossica che si forma durante il processo di cottura, a temperature elevate, degli alimenti ricchi di carboidrati, come appunto le patate. Quelle in busta, poi, hanno una presenza di acrilamide in percentuale nettamente maggiore

Salumi, insaccati e wurstel
Il consumo quotidiano di salumi, come la pancetta, può aumentare il rischio di malattie cardiache del 42% e il diabete del 19%. Un consumo eccessivo di Wurstel o Hot Dog è in grado di aumentare il rischio del tumore al pancreas del 67%. Il nitrito di sodio è, infatti, uno degli ingredienti che si possono trovare al loro interno, una sostanza cancerogena strettamente collegata alla leucemia o al tumore al cervello. Se proprio si deve scegliere un insaccato, meglio optare per i salumi più magri come prosciutto o bresaola.

E questa è solo una parte… Occhio ai gelati, alle sottilette, alla margarina, al surimi (finta polpa di granchio), e ai dolcificanti artificiali.
L’articolo completo pubblicato sul sito www.virgilio.it è disponibile al link seguente http://donne.virgilio.it/benessere/alimentazione-e-dieta/la-top-ten-dei-cibi-da-evitare.html

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.