Home Territorio Weekend di eventi a Fontegreca, per conoscere e amare la natura

Weekend di eventi a Fontegreca, per conoscere e amare la natura

545
0

Sabato e domenica due appuntamenti nella cipresseta, detta anche Bosco degli Zappini, indirizzati a esperti e studiosi, ma anche alle famiglie

Boschi come musei, fruibili e con tanto di laboratori interattivi naturali, quelli offerti da ruscelli, vasche, canali, arbusti, varietà di biotipi e un sottobosco straordinario.  
Il prossimo weekend si aprirà all’insegna del verde, manco a dirlo, in uno dei boschi più celebri di Terra di Lavoro: parliamo, ancora una volta, della cipresseta di Fontegreca, detta anche Bosco degli Zappini, una macchia di colore verde scuro estesa per circa 70 ettari, che riveste i contrafforti del Matese, dal piccolo comune di Fontegreca, l’antica Fossa Cieca, fino agli ultimi costoni di roccia che risalgono verso Gallo Matese. E’ proprio qui che, sabato e domenica,  nell’ambito della lunga serie di attività promosse dall’assessorato all’agricoltura della Regione Campania, si incontreranno esperti e studiosi del settore, ma anche famiglie con nutrita prole al seguito: due giornate diverse nel target di riferimento, ma entrambe con un unico obiettivo, conoscere e amare il patrimonio boschivo della regione.
Si comincia sabato 22, con l’escursione scientifico-naturalistica promossa dall’Università degli Studi del Sannio in occasione del Congresso della società botanica italiana, giunto alla edizione numero 107. Il momento conclusivo del congresso prevede, appunto, l’escursione al Bosco degli Zappini, dove studiosi e ricercatori avranno modo di visitare la cipresseta e apprezzarne caratteristiche naturali e peculiarità scientifiche. Il bosco, infatti, da tempo è monitorato dal Cnr perché i suoi biotipi sono risultati immuni da alcune malattie tipiche della specie vegetale, come il cancro del cipresso.  Anche per questo motivo il Parco regionale del Matese ha istituito proprio a Fontegreca un Centro studi e ricerche delle foreste del Matese, un presidio in più per spingere i sindaci del territorio ad elaborare i piani di assestamento forestale in grado di poter valorizzare il legno del massiccio montuoso e rivenderlo a multinazionali come l’Ikea.
E proprio la ricchezza del paesaggio e la straordinarietà scientifica della cipresseta hanno indotto l’associazione Accademia Kronos ad organizzare, domenica prossima, una giornata ludico ricreativa riservata alle famiglie, per avvicinare soprattutto i bambini ad un’esperienza di didattica ambientale da vivere “in diretta” tra i cipressi di Fontegreca. La partecipazione è aperta a tutti (prenotazioni al numero 347.5977373): l’appuntamento è alle 10.30, dove gli animatori e gli esperti ornitologi incontreranno i ragazzi e li accompagneranno lungo i percorsi didattici ad hoc studiati per la simpatica giornata riservata alle “famiglie in foresta”. Si studieranno il ciclo dell’acqua (nel Bosco degli Zappini insistono diverse sorgenti e vi scorre il torrente Sava), l’affascinante mondo dell’apicoltura e i mille segreti della natura, con il piacevole intervallo della colazione biologica. Nel pomeriggio, i workshop continueranno con i laboratori scientifico-didattici.
Una  duegiorni da protagonista per la cipresseta che, oggi, è uno dei fiori all’occhiello del parco del Matese. Non solo natura e valore scientifico: la cipresseta che sovrasta l’abitato di Fontegreca è uno dei luoghi più ameni della fascia collinare del versante Ovest del Matese, per la presenza del Santuario della Madonna dei Cipressi e per il vecchio mulino, un tempo alimentato dalle acque del Sava. Un insieme di fattori che hanno trasformato questo sito in una delle mete preferite dai visitatori, soprattutto nel periodo estivo.

(fonte Il Mattino)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.