Home Curiosità Scuola pubblica o privata? Ci scrive la prof.ssa Onorii

Scuola pubblica o privata? Ci scrive la prof.ssa Onorii

568
0

La professoressa Rosanna Onorii, docente di scuola primaria oggi in pensione, scrive al nostro periodico una riflessione sul mondo della scuola

 

“Nel costante fluire del dualismo e della contrapposizione tra scuola pubblica e privata o paritaria nessun rigido schema di sapore ideologico o politico, di stampo manicheo, potrebbe mai alienarmi da un severo  giudizio di merito sulla qualità dell’una o dell’altra, sui risultati concreti ottenuti dagli allievi nel corso degli anni. Solo questi, infatti, possono dimostrare la validità formativa di una scuola insieme a tutto quello che la scuola ci lascia dentro come formazione, come ricordi e riferimenti che faranno per sempre parte di noi. Nessun pregiudizio dunque offusca il giudizio sull’operato del Liceo “ James Joyce” di Piedimonte Matese che accompagna da circa vent’anni tanti giovani nel loro percorso scolastico e formativo con un interessante ventaglio di proposte didattiche, sempre innovative e al passo coi tempi. Ben vengano per il nostro territorio più realtà formative che possano garantire alle famiglie adeguate risposte alle loro esigenze e necessità. L’unica garanzia di successo è la qualità, che deve essere propria della scuola pubblica come di quella privata. In uno Stato grande e democratico come l’Italia possono trovare posto scuole pubbliche e private e soprattutto sane competizioni che facciano crescere le une e le altre senza insormontabili steccati.
Spazio, dunque, alle innovazioni con Tablet PC, che manderanno in soffitta pesanti e costosi Testi scolastici, e a registri elettronici consultabili anche dalle famiglie.Svolta digitale davvero importante per gli alunni che hanno scelto il Liceo paritario “ James Joyce” di Piedimonte Matese, tra le pochissime scuole Campane ad aver accolto l’invito del Ministro Profumo per una digitalizzazione degli istituti.
E buon anno scolastico a tutti i nostri giovani che stanno costruendo il loro futuro sia nella scuola pubblica sia in quella privata o paritaria”.

Rosanna Onorii

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.