Home Territorio Piedimonte Matese. Rifondazione Comunista interviene sulla questione acqua pubblica

Piedimonte Matese. Rifondazione Comunista interviene sulla questione acqua pubblica

526
0

Con un comunicato il Prc del capoluogo matesino ritorna sul tema acqua, e ripropone la sua idea di “Azienda Speciale di Diritto Pubblico”

” Viste le ultime discussioni sollevate dai gruppi consiliari “Progetto Civico” e “Piedimonte Democratica” in merito al servizio idrico integrato e relativa bollettazione, gradiamo rinfrescare la memoria dei concittadini piedimontesi riguardo le azioni politiche a gli atti amministrativi di coloro che hanno (mal) governato e di coloro che (mal) governano la nostra città.
Ricordate la compagine forzista capeggiata dall’attuale Sen. C. Sarro quando sosteneva fortemente la privatizzazione del servizio idrico locale? Ricordate quando nel periodo referendario (referendum acqua pubblica) i giovani del PDL scendevano in piazza per opporsi al referendum e per sostenere le tesi del non voto? Ricordate quando gli stessi, nelle vesti di avvenenti squadristi
moderni, cercavano di notte di coprire e sabotare la regolare affissione dei manifesti referendari con squallido (e ridicolo) materiale propagandistico?
Di quel periodo così critico e decisivo per le sorti del principio di acqua bene comune, noi non dimentichiamo neanche il totale disinteresse del PD locale e nazionale nei confronti di una battaglia civile e democratica vinta dal popolo sovrano.
La realtà è che oggi l’attuale amministrazione Cappello porta avanti le stesse tesi proposte per anni dal centro destra. Non a caso attualmente il centrosinistra di Bersani e il centrodestra del Cavaliere sono felicemente a braccetto nel governo di Monti
(insieme agli “intramontabili” democristiani DOC di Casini).
La nostra idea, già ribadita allo scorso Consiglio Comunale dal nostroconsigliere Ranieri Vitagliano, è quella di instituire una “Azienda Speciale di Diritto Pubblico” la quale permetterebbe al Comune di gestire in maniera diretta il servizio idrico integrato, eliminando così il profitto dei privati su un sacrosanto bene pubblico, così come ribadito e sancito ancora una volta dal popolo italiano. In tal modo si eliminerebbero i tassi usurai attualmente in vigore (13%) “.

Comunicato stampa PRC Piedmonte Matese

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.