Home Arte e Cultura Scavi archeologici a costo zero. Esempio di virtuosa amministrazione

Scavi archeologici a costo zero. Esempio di virtuosa amministrazione

676
0

A Pietravairano i fasti dell’antica Roma Repubblicana

Il gruppo di lavoro durante gli scavi. Foto Corriere del Mezzogiorno

In tempo di crisi, per un’amministrazione comunale, affrontare l’idea di uno scavo archeologico parrebbe un paradosso e una contraddizione se non fosse per la passione, il tempo e la collaborazione messa in campo dal sindaco Francesco Zarone, sindaco di Pietravairano. Partito lo scavo senza spese sul Monte San Nicola, dove gli antichi romani edificarono un maestoso tempio dedicato alla dea Mefitis (il nome è attribuibile al periodo sannita, divenuta poi Giunone durante il periodo romano) e che grazie alla collaborazione di più esperti sarà riportato in luce. IL Ministero ha autorizzato gli scavi fino a tutto il 2014.
Il Comune ha chiamato al lavoro due operai per gli scavi, l’Università di Lecce la consulenza scientifica del professore Gianluca Tagliamonte, coadiuvato da Luciano Rendina e da quattro studenti, mentre la Provincia di Caserta ha garantito una squadra di forestali per mettere in sicurezza la strada che conduce sul monte. Grande collaborazione anche da parte dei cittadini, alcuni dei quali hanno concesso la propria abitazione per l’alloggio degli archeologi e per l’allestimento di un laboratorio che già si va riempiendo di suppellettili rinvenute. Si tratta di uno scavo del tutto singolare in quanto sull’area inizialmente adibita a tempio successivamente i romani edificarono un teatro. Risultati imprevedibili dal punto di vista della scoperta e degli studi che ne seguiranno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.