Home Attualità Beni culturali ecclesiastici. E' possibile ammirarli anche dal web

Beni culturali ecclesiastici. E' possibile ammirarli anche dal web

653
0

Si chiama BeWeb il nuovo portale dell’arte delle Diocesi italiane

3.452.793: ammonta a questa cifra, estremamente significativa, il patrimonio di beni culturali ecclesiastici che alimenta il portale www.chiesacattolica.it/beweb, che viene presentato ufficialmente a Roma giovedì 22 novembre, alle 12, presso la Sala Marconi di Radio Vaticana.
Il sito, già attivo, conta 7053 beni inventariati (affreschi, tele, crocifissi, arredi sacri, etc) della Diocesi di Alife-Caiazzo.
Con un comunicato stampa, la Cei questa mattina ha diffuso la notizia che corona un lavoro iniziato nel 1996 in accordo con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e portato avanti grazie soprattutto all’impegno e al lavoro delle Diocesi, interessate in un lavoro di costante tutela del patrimonio ecclesiastico e la sua fruibilità digitale.
“BEWEB – che verrà sistematicamente aggiornato – permette a tutti di accedere a informazioni sui beni mobili di valore storico e artistico afferenti alle diocesi italiane. Si va da inestimabili capolavori dell’arte – quali pale d’altare, ostensori, crocifissi, amboni marmorei e lignei – fino a semplici manufatti di carattere artigianale, riferiti in particolare a suppellettili sacre. Grazie alla navigazione web sarà possibile costruire diverse tipologie di percorsi, da quelli relativi a ricerche di carattere storico e artistico a quelli che fanno emergere la particolare identità di questi beni, strettamente connessi al vissuto di fede delle comunità cristiane”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.