Home Territorio Villa comunale ancora ostaggio dell'abbandono

Villa comunale ancora ostaggio dell'abbandono

557
0

In un quadro di per sé già triste e scoraggiante, l’ennesima caduta al suolo di un ramo, e la delimitazione dell’area rischiosa, fa arretrare la Villa comunale, a Piedimonte Matese, di un altro passo indietro allontanandola progressivamente dalla condizione ideale di cuore verde della città.
Il maltempo di questi giorni non è stato clemente con le chiome trascurate degli alti fusti che ancora  sopravvivono nell’area pubblica ormai lasciata a se stessa, e ancora una volta un ramo ha ceduto, obbligando le autorità a circoscrivere lo spazio a rischio per impedirvi il transito. Solo pochi metri quadrati delimitati da una striscia biancorossa, ma segno di un lento declino che non accenna ad arrestarsi, che pian piano, in piano centro, a pochi passi dalla biblioteca, sta inghiottendo tutto, aiuole, alberi, strutture (cosa dire della bellissima fontana letteralmente distrutta dagli atti vandalici?), e che, soprattutto, non trova il freno di un presidio istituzionale. Il Comune di Piedimonte aveva fatto un tentativo qualche mese fa, licenziando un bando che prevedeva l’investimento nella riqualifica da parte di un privato a cui sarebbe passata poi la gestione dello spazio. Un compromesso per avere a disposizione le risorse necessarie al sostanzioso lavoro di messa a nuovo di cui tutta la Villa ha bisogno. Ma la risposta tanto sperata non vi è stata. Lunghe attese ancora si profilano per la comunità piedimontese, che si trova ad assistere a questo avvilente abbandono.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.