Home Attualità Piedimonte: chiusura anticipata del Tribunale. Il sindaco Cappello incontra il Presidente.

Piedimonte: chiusura anticipata del Tribunale. Il sindaco Cappello incontra il Presidente.

476
0

Gli avvocati temono un anticipo della soppressione. L’argomento inserito nell’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale.

Il timore, tra gli avvocati, è che la chiusura della sezione distaccata del Tribunale, a Piedimote Matese, possa chiudere i battenti già nelle prossime settimane. Ben prima, quindi, del mese di settembre, quando dovranno essere chiusi tutti gli uffici giudiziari periferici, in ottemperanza al decreto di revisione delle circoscrizioni giudiziarie in Italia. Non si azzardano previsioni, ma è lo stesso presidente della locale associazione avvocati, Luigi Cimino, ad ipotizzare che, per gli uffici di Piedimonte, possa aprirsi lo scenario di una chiusura anticipata già per il mese di aprile. «Tutto dipenderà – spiega Cimino – dalla decisione o meno di inviare a Piedimonte Matese il personale di cancelleria. Altrimenti quel paventato allarme di un anticipo nei tempi effettivi di soppressione potrà dirsi realistico».
E, in effetti, proprio la mancanza del personale di cancelleria e, in particolar modo, del funzionario preposto, mette a rischio, già da tempo, la piena funzionalità degli uffici giudiziari. «In più – scrivono alcun avvocati in una nota diramata alla stampa -la Presidenza del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha richiesto notizie precise sui ruoli di udienza dei magistrati del settore civile e di quello penale. A ciò va ad aggiungersi, infine, la convocazione dell’ufficiale giudiziario». Una sorta di «monitoraggio» che, secondo gli avvocati, lascerebbe immaginare un imminente spostamento dei processi a Santa Maria. Di qui l’appello alle forze politiche del territorio, in special mdo al sindaco di Piedimonte, Cappello, affinché alle criticità che riguardano gli uffici giudiziari di Piedimonte siano date risposte in grado di scongiurare, quanto meno, la chiusura anticipata della sezione.
Pronta una prima risposta istituzionale: «Abbiamo già inoltrato al Presidente del Tribunale – spiega il sindaco Vincenzo Cappello – una richiesta urgente per ottenere un incontro ad hoc durante il quale affrontare la questione e dare una risposta ai timori paventati dagli avvocati». Sulla stessa lunghezza d’onda il presidente del consiglio comunale, Benny Iannitti: «Ho disposto una integrazione dell’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale – afferma – già fissato per il giorno 17. Ma non solo: contiamo di convocare, immediatamente dopo, una riunione dell’assise sotto forma di consiglio comunale “aperto”, per scongiurare ogni possibile ipotesi di chiusura anticipata degli uffici giudiziari».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.