Home Arte e Cultura Piedimonte Matese. Fondi regionali in arrivo per il restauro dell'antico Catasto Onciario

Piedimonte Matese. Fondi regionali in arrivo per il restauro dell'antico Catasto Onciario

1150
0

Buona notizia per la Biblioteca comunale di Piedimonte Matese e per il mondo culturale del territorio. Con il Decreto Dirigenziale n. 180 del 13/12/2012 del Settore Musei e Biblioteche, la Regione Campania ha provveduto ad assegnare alla città risorse pari a 1633 euro da destinare al restauro del Catasto Onciario, custodito presso la Biblioteca comunale; un manoscritto catasto onciario piedimonte 1redatto a metà del Settecento che contiene dati sulla società piedimontese del 1754 (numero e nome abitanti, composizione delle famiglie, proprietà, professioni, abitazioni). Una fotografia storica, fonte preziosa per chiunque studi il passato del territorio e di Piedimonte Matese, che grazie all’utilizzo dei fondi regionali potrà essere messa a nuovo e resa consultabile con semplicità. Il restauro prevederà la pulizia di ogni singola pagina (circa 800), per scongiurare il pericolo di muffe e deterioramento della carta. Un’attenzione ci sarà anche per la copertina, che appartiene però ad un epoca successiva alla redazione del Catasto.
Un intervento ritenuto necessario dagli amministratori comunali per far catasto onciario piedimonte 2sì che questo manoscritto riceva buone cure, e che, come ha spiegato l’assessore alla Cultura Costantino Leuci, “fa proseguire il nostro interesse per il rilancio delle strutture culturali cittadine, come la Biblioteca comunale. In particolare questo del restauro del Catasto Onciario è stato da me fortemente voluto per conservare un prezioso volume del Settecento, ma soprattutto per poter farlo fruire in sicurezza a tutti gli studiosi e gli studenti che possono confrontarsi con una fonte storica primaria di straordinaria importanza per la storia del territorio”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.