Home Arte e Cultura Piedimonte. Giuseppe Dossetti, politica e fede di un uomo nel convegno pubblico...

Piedimonte. Giuseppe Dossetti, politica e fede di un uomo nel convegno pubblico del Meic

718
0

“C’è una diffusa inappetenza dei valori che realmente … possono liberare l’uomo(…). Prevalgono invece appetiti crescenti di cose che… sempre più lo rendono schiavo”

Ricorre oggi il centesimo anniversario della nascita di Giuseppe Dossetti (13 febbario 1913). Da diversi giorni si susseguono in Tv e sui giornali approfondimenti e e riflessioni sulla figura religiosa e politica di uno degli uomini più discussi d’Italia alla metà del ‘900. Oggi Avvenire lo ricorda così:  ” Giuseppe Dossetti, il professorino. Il protagonista assoluto, nel segno del patriottismo della Costituzione, di una fase che segnò il ritorno dei cattolici, a metà del secolo scorso, come protagonisti della scena pubblica, dopo gli anni del non expedit e le tristi vicende del Ventennio, con la chiusura dei circoli di Azione cattolica e l’esilio di do Sturzo. Da annoverare tra coloro che più intensamente hanno rappresentato l’ansia di rinnovamento sociale e ideale della società italiana, negli anni cruciali del dopoguerra. spiega il padrone di casa Gianfranco Fini all’incontro promosso dalla Camera per il centenario della nascita”.
Anche la Diocesi di Alife-Caiazzo celebrerà, in un convegno pubblico, la figura di Dossetti in quanto politico, religioso, giurista e protagonista del Concilio Vaticano II.
L’evento, a cura del Meic (Movimento Ecclesiale di Impegno Culturale) è programmato per il prossimo 9 marzo: una vera e propria giornata di studi dedicata al mattino agli studenti delle classi quarte degli istituti superiori di Piedimonte (ore 10.30 presso l’aula magna del Liceo “G.Galilei), dove è previsto l’incontro con l’autore del docufilm su Dossetti Quanto resta della notte?, Lorenzo Stanziani.
Nel pomeriggio, alle 16.00, l’incontro si sposterà presso l’Auditorium comunale San Domenico, dove il confronto vedrà in scena la poliedricità di Dossetti attraverso la voce di più persone oltre a quella del regista Stanziani.
La tavola rotonda sarà moderata da Grazia Biasi, (Redazione Clarus). Introduce i lavori Anna orsi; seguono gli interventi di  Don Cesare Tescione, Assistente MEIC; Maria Luisa De Cesare, Agnese Pendolino, Maria Cristina Volpe, Pasqualina Di Lullo. Presiede e conclude i lavori S. E. Mons. Valentino Di Cerbo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.