Home Territorio L'Asl Caserta e le polemiche di RaiUno

L'Asl Caserta e le polemiche di RaiUno

531
0

Il Direttore generale dell’Asl Caserta, Dr. Paolo Menduni ha diffuso questa mattine, tramite l’ufficio stampa dell’ente sanitario, le sue precisazioni in merito al programma “L’Arena” andato in onda ieri su RaiUno

In riferimento alla trasmissione di rai1 “L’arena” di M. Giletti di domenica 24 febbraio,  su fenomeni di assenteismo verificatisi nella ex asl CE2,   si ritiene opportuno precisare che i fatti narrati risalgono a comportamenti verificatisi negli anni 2009_2010 nella ex ASL CE2.   Che l’allora direttore generale, della ASL non più esistente perché accorpata a CE1, non poteva avere alcuna responsabilità in quanto eventuali e difficili controlli spettavano a livelli gerarchici inferiori.  solo recentemente sono state messe a disposizione dei dirigenti procedure informatizzate che controllano in tempo reale le presenze dei dipendenti. l’attuale amministrazione, informata dalla Magistratura, ha attivato le procedure previste dalle norme attraverso l’ufficio per i provvedimenti disciplinari che, anche a tutela dei dipendenti sottoposti al giudizio dell’ufficio, prevedono la loro audizione accompagnati da un sindacato o da un legale di fiducia;  ciò anche nella considerazione che alcuni provvedimenti restrittivi sono stati revocati dal Magistrato competente.  Le indagini, che sono ancora in fase di ulteriori approfondimenti, evidenziano che la ASL di Caserta risulta parte lesa per cui sarà obbligatoria la costituzione di parte civile. si deve comunque precisare che, a fronte di comportamenti di pochi (inferiori all’1% dei dipendenti) nella ASL di Caserta si sono recentemente registrate attitudini virtuose di dipendenti che riescono, con grande dedizione, sacrificio personale e senso di appartenenza all’azienda, a sopperire alle gravi carenze di risorse umane verificatesi negli ultimi anni.
Paolo Menduni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.