Home Territorio Piedimonte Matese. Vicenda velok, rilevazioni al via dal 28 marzo

Piedimonte Matese. Vicenda velok, rilevazioni al via dal 28 marzo

738
0

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti legittima l’uso dei dissuasori come predisposto in città. Dal 28 marzo cominceranno le attività di rilevazione

Come comunicato giorni fa, in contemporanea ai primi malcontenti di una parte della cittadinanza, in alcuni casi sfociati in veri e propri atti di vandalismo, il Comune di Piedimonte Matese ha tenuto stamattina una conferenza stampa sul tema dei velok, per chiarire i dettagli della loro installazione nell’ambito del progetto di sicurezza stradale “Noi sicuri”. Al fianco del sindaco Vincenzo Cappello, il consigliere delegato Pinuccio Simonetti, il comandante della Polizia municipale Anna Maria Ferraro, e un rappresentante della ditta fornitrice dei manufatti, la Ser.Com.
Il comando di Polizia municipale ha chiesto il parere autorevole del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti in merito al corretto uso dei velok,  ricevendo in breve tempo una risposta che conferma l’uso che è stato predisposto in città dei manufatti arancioni: i velok non hanno bisogno di essere omologati e possono essere installati in pianta stabile quando usati, a scopo dissuasorio, come contenitori delle apparecchiature di rilevamento velocità (art. 45 comma 1 del CDS). Devono essere segnalati adeguatamente e se usati con le macchine rilevatrici devono essere presidiate dalla Polizia stradale. Le strade interessate sono via Sannitica, via Aldo Moro, via Matese, via Vecchia per Alife, SP 331.
La fase sperimentale, quella della semplice installazione dei velok, si avvicina al termine. Non è stata presa bene da alcuni cittadini, incivili al punto da distruggere alcuni manufatti in via Aldo Moro e via Matese (ne abbiamo parlato qui – clicca). Ma, è stato sottolineato in conferenza, rispetto ai dati emersi dalle rilevazioni di febbraio sulle velocità dei veicoli sulla SP 331 (molti i casi di velocità superiori ai 200 km/h) c’è stato un significativo calo delle violazioni registrate, quindi, com’era prevedibile, i velok hanno avuto un effetto dissuasivo abbastanza forte.
E’ previsto invece tra una settimana, 28 marzo, l’avvio dell’utilizzo vero e proprio, e dunque a rotazione tra le torrette verrà utilizzato il macchinario per rilevare le velocità delle vetture, e se necessario si eleveranno i conseguenti verbali. Sul sito del Comune verrà pubblicato il calendario che indicherà i giorni di questa attività. L’amministrazione comunale ha deciso di lavorare nella trasparenza, e ha voluto ribadire che l’obiettivo di questo progetto è la sola sicurezza stradale e l’incolumità dei cittadini.

Si può già conoscere l’importo delle contravvenzioni che potranno essere elevate a chi violerà i limiti di velocità, 50 km/h nel centro urbano. Verranno sanzionati i transiti al di sopra dei 55 km/h.
Per chi supera il limite entro i 10 km/h, la sanzione sarà di € 41,00. Oltre 10 km/h ma non oltre i 40 km/h, sanzione di € 168,00 , più decurtazione di 3 punti dalla patente. Oltre i 40 km/h e sotto i 60 km/h, sanzione di € 527,00, più sospensione patente da 1 a 3 mesi. Superare il limite di oltre  60 km/h causerà una sanzione di € 821,00 con sospensione patente da 6 a 12 mesi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.