Home Attualità Dieci denunce nell'operazione dei Carabinieri di Piedimonte Matese

Dieci denunce nell'operazione dei Carabinieri di Piedimonte Matese

572
0

Nell’ambito di una vasta operazione predisposta dalla Compagnia Carabinieri di Piedimonte Matese e condotta dai militari delle Stazioni di Piedimonte, Alvignano e Prata Sannita, dieci persone sono state denunciate alla competente Autorità Giudiziaria per reati che vanno dalla truffa al riciclaggio, dalla frode informatica al danneggiamento, dalle minacce alla lesioni, fino allo smaltimento illecito di rifiuti speciali.
A Piedimonte Matese una 42enne del posto, è finita nei guai per aver ripetutamente minacciato di morte una sua rivale in amore, mentre altre due persone, un 67enne ed un 34enne, sempre del posto, dovranno rispondere di minaccia aggravata e lesioni personali, per aver minacciato di morte e aggredito un loro congiunto, procurandogli varie contusioni per le quali è stato costretto alle cure mediche presso il locale Ospedale Civile.
Ancora a Piedimonte, un 38enne del luogo è stato denunciato per non aver ottemperato alle prescrizioni della misura cautelare cui è sottoposto per reati contro il patrimonio e la persona. Un 40enne, residente a Torino, è stato denunciato per truffa aggravata e frode informatica. Secondo quanto accertato dai militari, l’uomo mediante artifizi e raggiri, aveva proposto la vendita attraverso un sito internet, di una autovettura Volkswaghen Golf, per la quale una giovane donna di Gioia Sannitica versava quale acconto per l’acquisto, la somma di 200,00 euro, mediante ricarica carta di credito “Poste Pay”, senza più ricevere notizie relative al mezzo acquistato.
Ancora per truffa aggravata è finito nei guai un 37enne della provincia di Napoli, che mediante artifizi e raggiri, faceva stipulare un contratto per la fornitura dell’energia elettrica ad un pensionato di Piedimonte Matese, contratto che i militari scoprivano essere palesemente falso. Un 39enne di Piedimonte, è stato denunciato per minaccia e lesioni personali, in quanto per futili motivi ha prima minacciato e poi aggredito un 18enne del luogo, nei pressi della villa comunale. Un 45enne di Gioia Sannitica, è stato denunciato per smaltimento illecito di rifiuti speciali, l’uomo aveva sversato senza alcuna autorizzazione, su un fondo di sua proprietà, oltre 10 quintali di rifiuti tossici consistenti in pneumatici fuori uso e altri materiali inquinanti. L’area di circa 150 mq. è finita sotto sequestro.
Ad Alvignano, un 35enne del posto è finito nei guai per danneggiamento aggravato, in quanto per motivi ancora in corso di accertamento, ha prima danneggiato con vari graffi alla carrozzeria e poi forando tutti i pneumatici di un’autovettura di proprietà di una donna del luogo.
Infine un 38enne della provincia di Agrigento, è stato denunciato per riciclaggio, truffa aggravata e falsità in scrittura privata, in quanto i militari hanno accertato che l’uomo era venuto illecitamente in possesso di dodici assegni bancari, emessi da vari istituti di credito a favore di alcuni residenti di Prata Sannita e altri comuni circostanti, per un valore complessivo di oltre 11.000,00 euro, che successivamente versava sul proprio conto corrente, dopo averli contraffatti nella parte del beneficiario.

Comunicato stampa Comando Provinciale Carabinieri

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.