Home Territorio Piedimonte Matese. La lotta del Tribunale continua

Piedimonte Matese. La lotta del Tribunale continua

684
0

Il trasferimento della sezione distaccata piedimontese potrebbe avvenire già da domani stesso

Di Noemi Riccitelli

20130912_122100-300x225Sembra un’epopea senza fine la vicenda del tribunale di Piedimonte Matese che da ormai qualche giorno interessa il nostro centro cittadino. Tuttavia, sembra che si sia giunti ad una svolta. Infatti, nella giornata di ieri, gli avvocati del Foro Piedimontese si sono riuniti nuovamente, decisi a portare avanti la situazione.
Da domani, infatti, ogni momento sarà utile per avviare concretamente il trasloco e quindi il trasferimento di tutti gli arredi e dei fascicoli dagli uffici giudiziari di Piedimonte Matese a quelli di Santa Maria Capua Vetere. Inoltre, gli avvocati matesini, insieme all’avvocato Raffaele Pannone, il quale aveva già fatto ricorso al Tar per impedire il trasferimento del Tribunale, hanno in programma anche la stesura di una lettera ‘super partes’ per così dire, da inviare a tutti i Parlamentari della Provincia di Caserta, che siano essi di centro, destra o sinistra. Dunque, sarà indirizzata anche al Sindaco di Piedimonte, Vincenzo Cappello, reduce da un incontro con il Presidente del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, Giancarlo De Donato, al fine di ottenere una proroga ‘sostanziale’ del trasferimento.
Intanto, il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Santa Maria Capua Vetere, proclamando l’astensione dalle udienze dal 1 al 9 di ottobre, prende duramente le distanze dal presidente De Donato, opponendosi a tutti i provvedimenti di chiusura delle sezioni distaccate in provincia di Caserta, scelta deleteria, a parere del Consiglio, vista l’impossibilità di assicurare in tempi utili il trasferimento di tutte le sezioni distaccate soppresse alla sede centrale di Santa Maria Capua Vetere.
Ai sindaci invece l’arduo compito, su espressa richiesta del Ministero, di attuare il trasferimento di tutto il materiale, anticipandone le spese. Per Piedimonte Matese, la cifra prevista per quest’azione ammonta intorno ai quattromila euro. A De Donato invece spetterà la segnalazione al Prefetto in caso di omissione agli atti attenenti i propri doveri di ufficio dei municipi.
Ai prossimi giorni, ‘l’ardua sentenza’.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.