Home Chiesa e Diocesi Alvignano. Una grande famiglia in festa

Alvignano. Una grande famiglia in festa

510
0

Umanità Nuova chiama a raccolta amici e sostenitori per una serata di fraternità e condivisione

La Redazione – E’ stata una serata di fraternità, di festa, ma soprattutto di generoso e spontaneo affetto quella vissuta ieri sera in compagnia di Umanità Nuova, l’associazione che da circa trent’anni riunisce le famiglie di numerosi ragazzi diversamente abili distribuiti sul territorio. L’associazione fa capo ad Alvignano, dove è nata ai tempi di Mons. Angelo Campagna, firmatario dello statuto che ancora oggi regola la vita del gruppo attraverso la finalità del mutuo aiuto: ogni famiglia e i rispettivi figli con problemi di diversa disabilità vive del supporto materiale, logistico, morale delle altre famiglie e dei tanti amici volontari che negli anni si sono appassionati alla vita di giovani meno fortunati.
Umanità NuovaUmanità Nuova, contando sulle ottime competenze acquisite negli anni e grazie alla rete di solidarietà che ha generato intorno a sè, riesce a garantire ad ogni singolo caso umano contatti medici, assistenza domiciliare, trasporti, momenti di formazione e di riflessione sul tema della disabilità, momenti ricreativi (come quello di ieri sera) per gli stessi ragazzi e i rispettivi genitori. I confini di Umanità Nuova sono andati ben oltre Alvignano raggiungendo famiglie di Alife, Caiazzo, Castel Di Sasso e Dragoni.
Uno dei risultati degli ultimi anni, che garantisce serenità e accende di speranza il lavoro dell’Associazione è l’integrazione sul territorio di Alvignano e Dragoni con altre associazioni locali, pur con finalità specifiche diverse. Non sono mancate infatti occasioni di coinvolgimento e di integrazione dei ragazzi di Umanità Nuova in manifestazioni – anche pubbliche – messe in piedi da altri. Sentirsi parte viva  del contesto sociale in cui vivono questi giovani – e tra loro si contano anche disabili di età più adulta – è la più grande vittoria per ciascuno di essi e per il mondo civile chiamato a continue assunzioni di responsabilità nei confronti dei fratelli più deboli.
Presenti ieri sera alla festa tenuta in un locale pubblico di Alvignano, l’Avv. Francesca Palma, responsabile dell’Ufficio di Piano dell’Ambito territoriale C4, i parroci don Emilio Meola e don Davide Ortega, il dr. Antonello Puorto, la redazione di Clarus e alcuni rappresentati dell’Associazione alvignanesi Anema e Core, Fario Club e Rata. Non ha fatto mancare la sua paartecipazine a fine serata, il sindaco Angelo Di Costanzo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.