Home Chiesa e Diocesi Papa Francesco ci prepara alla Quaresima con il suo messaggio

Papa Francesco ci prepara alla Quaresima con il suo messaggio

491
0

“La miseria non coincide con la povertà: la miseria è la povertà senza fiducia, senza solidarietà, senza speranza.”

La Redazione – Il messaggio che Papa Francesco ha rivolto ai fedeli per la prossima Quaresima, che inizierà il 5 marzo, è come un invito a spogliarsi di ogni ricchezza per fare della povertà uno stile di vita che prende Gesù Cristo a modello. Lui mise da parte i suoi averi e con la sua “nuova” povertà ci ha liberato dalla miseria.
Che aspetto ha quindi questa povertà? La povertà di Cristo sta nel suo farsi carne, nel suo prendere su di sé le nostre debolezze, i nostri peccati, comunicandoci la misericordia infinita di Dio. “La povertà di Cristo è la più grande ricchezza: papafrancesco_angelusGesù è ricco della sua sconfinata fiducia in Dio Padre“.
Il mondo di oggi forse ci porta a pensare che questa strada presa da Gesù non si possa seguire se non con mezzi strettamente umani. Ma proprio qui ci si sbaglia, afferma il Papa, perché “in ogni epoca e in ogni luogo Dio continua a salvare gli uomini e il mondo mediante la povertà di Cristo, il quale si fa povero nei Sacramenti, nella Parola e nella sua Chiesa, che è un popolo di poveri“. Quindi se Gesù è il nostro Maestro dovremmo seguire il suo esempio, guardando alle miserie dei nostri fratelli e cosa più importante farcene carico. “La miseria non coincide con la povertà. Possiamo distinguere tre tipi di miseria: la miseria materiale, la miseria morale e la miseria spirituale“. Il Santo Padre ci porta allora alla riflessione sul tempo della Quaresima, che è il periodo ottimale per la spogliazione, esortando la Chiesa intera ad accogliere quanti si trovino a vivere in condizioni di miseria, sia essa materiale, morale o spirituale, e a testimoniare ad essi il messaggio del Vangelo.

Clicca per leggere il messaggio integrale del Papa 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.