Home Chiesa e Diocesi Sant’Angelo d’Alife partecipa alle celebrazioni dell’Anno celestiniano

Sant’Angelo d’Alife partecipa alle celebrazioni dell’Anno celestiniano

1964
0

Più luoghi rivendicano di aver dato i natali a Pietro da Morrone, nel frattempo in nome della fede comune si ricorda la figura del Santo, passato alla storia come il Papa del gran rifiuto

Veronica Del Monaco – Domenica 12 ottobre la comunità parrocchiale di Sant’Angelo d’Alife si è recata presso il Comune di Isernia in occasione dell’anno celestiniano. Le due comunità sono legate entrambe a questo Santo, poiché entrambe rivendicano la presunta nascita del papa del “gran rifiuto”. Infatti,  non è ancora certo dove San Pietro Celestino V Papa sia effettivamente nato. Il parroco santangiolese, don Mario Rega, ha spiegato che proprio le presunte origini del Santo, hanno dato luogo nel 2008 al gemellaggio tra S.Angelod’Alife e la città de L’Aquila. Una partecipante ha riferito: “Siamo stati subito accolti da don Girolamo, il quale ci ha condotti nella chiesa di San Celestino dove, dopo un excursus storico sulla vita del Santo, abbiamo potuto ammirare il “Santone”, raffigurante il busto di Celestino V.”

L'urna con il corpo di San Celestino V nel pellegrinaggio a Raviscanina
L’urna con il corpo di San Celestino V nel pellegrinaggio a Raviscanina

Dopo una bella passeggiata nel centro storico della città, si è giunti nei pressi della Cattedrale, dove,grazie ad una guida locale, è stato possibile visitare i reperti archeologici sottostanti la stessa cattedrale. Subito dopo vi è stata la celebrazione della Santa Messa, durante la quale è stato possibile ricevere l’indulgenza plenaria. Alla celebrazione liturgica era presente il vicario generale della diocesi di Isernia e il Vescovo della Diocesi di Alife-Caiazzo, mons. Valentino Di Cerbo. Al termine della celebrazione sono seguiti scambi di doni tra le due comunità e la successiva visita ad alcune reliquie del Santo presenti nella chiesa. La comunità di Sant’Angelo d’Alife, insieme alle autorità civili e religiose, sono rimaste piacevolmente colpite dalla giornata, in particolare dal legame istauratosi con Isernia e dal caldo clima di preghiera presente nel cuore di tutti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.