Home Arte e Cultura Caiazzo. Una mostra su San Massimiliano Kolbe fino al 18 giugno

Caiazzo. Una mostra su San Massimiliano Kolbe fino al 18 giugno

779
0

Esistono ancora uomini capaci di donare la propria vita per gli altri?

La Redazione – Sono 18 i pannelli della mostra itinerante su San Massimiliano Maria Kolbe che in questo momento fa tappa a Caiazzo, nella chiesa di San Nicola de’ Figulis dove resterà fino al prossimo 4 giugno.
La vita del frate minore, che nacque in Polonia l’8 gennaio 1894, ma che studiò a Roma è raffigurata attraverso foto e brevi notizie biografiche. Inevitabilmente l’attenzione del visitatore cade sui pannelli che ricordano la prigionia del giovane frate che il 14 agosto 1941, nel campo di concentramento di Auschwitz chiese di morire al posto di un altro uomo, padre di famaiglia.
Un gesto che fatto di don Massimiliano Kolbe un grande santo: il 10 ottober del 2000 fu proprio Giovanni Paolo II a proclamarlo santo di fronte ad una folla di 200mila pellegrini, fissandone la memoria al 14 agosto.
Uno dei tratti distintivo del santo martire fu la profonda devozione mariana; fu infatti fondatore della “Milizia dell’Immacolata”, il movimento mariano a cui diede inizio il 16 ottobre 1917.
La sua, rimane una figura di forte significato non solo per il mondo cristiano, ma in generale per ogni contesto civile: il sacrificio di un uomo per un altro uomo ha fatto di lui un modello di altruismo e carità; una risposta alla barbarie nazista che pur dilangando in quegli anni, avrebbe presto inciampato anche grazie a gesti coraggiosi come questi che lentamente spezzarono le catene dell’odio e che hanno rappresentato il balsamo alle ferite profonde perpetrate dell’odio feroce di uomini senza scrupoli e senza ragione.
A Caiazzo, dove don Giovanni Fusco ha promosso e fortemente voluto la mostra, è possibile prendere visione dei pannelli espositivi negli orari pomeridiani in prossimità degli orari delle celebrazioni eucaristiche.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.