Home Chiesa e Diocesi Alife. La piazza si riempie di collaborazione e solidarietà

Alife. La piazza si riempie di collaborazione e solidarietà

1194
0

La festa della Comunità. Festa di famiglia anche per salutare con gioia l’ordinazione di don Vittorio Marra e l’ammissione agli ordini di Alessandro Occhibove e Paolo Vitale

La Redazione – La Festa della Comunità ha acceso la città di Alife di una luce diversa: quella della collaborazione e della condivisione.
Il bene comune – valore civico e universale – che non si realizza solo tramite  chi amministra una città, si compie anche in questo modo, mettendo cioè insieme le forze per vivere un momento fraterno e farlo in nome di importanti valori. In questi casi non conta l’appartenenza ad un’associazione piuttosto che ad un’altra, ma il sentirsi un’unica famiglia dove le differenze – cioè i carismi di ciascuno e le potenzialità dei gruppi di appartenenza – rendono un servizio alla comunità intera che per una serata sta insieme per stare bene.
Azione Cattolica, Apostolato della preghiera e Pia Unione, Gruppo di preghiera Padre Pio, Gruppo di preghiera San Sisto, Confraternita San Sisto, Confraternita Immacolata, Catechismo, Catecumenato Crismale, Ministri straordinari, Ministranti, Coro, Comitato San Sisto, Comitato Madonna della Grazia, Comitato Sant’Anna, Caritas, Rettoria Madonna della Grazia, Rettoria Santa Caterina, Famiglie,  Fidanzati e  Famiglie giovani; Gruppo Madonnina di Schönstatt; Scuola dell’infanzia e Istituto S. Francesco, Suore degli Angeli: è il lungo elenco dei gruppi che hanno reso possibile la serata.
Festa e lavoro, affettività, fragilità, cittadinanza e tradizione,  parole ed esperienze care alla Chiesa Italiana che racchiudono il significato profondo dell’essere cittadini cattolici e testimoni di Cristo nella quotidianità, hanno guidato la festa organizzata in Piazza Vescovado: qui, diversi gazebo hanno ospitato le associazioni della parrocchia che hanno animato il pomeriggio e la serata, ciascuna raccontando la propria esperienza e le proprie attività.
Il momento più atteso della serata è stato riservato ai ragazzi del catecumenato crismale, un gruppo di giovanissimi che ad ottobre ha intrapreso un percorso di formazione cristiana che avrà come tappa anche il sacramento della cresima e nel frattempo fa l’esperienza di un nuovo protagonismo nella comunità di appartenenza: non solo adolescenti bravi ad animare una piazza, ma giovani in formazione alla ricerca di risposte di fede, ma anche di occasioni di confronto sui grandi temi della vita. Proprio a loro è toccato lanciare ai presenti un messaggio di amore, di speranza, di fiducia attraverso canti e brevissime rappresentazioni teatrali.
La serata si è conclusa con un momento di festa e degustazione di prodotti locali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.