Home Un verso un pensiero Riccardo Bacchelli. Poesia tratta da “Il diavolo al Pontelungo”

Riccardo Bacchelli. Poesia tratta da “Il diavolo al Pontelungo”

1174
0

Il Reno si stacca dai monti con incantevoli
Indugi, e prende spazio in pianura.
In fiore gli oscillanti canapai ubbriacavano.
Dai fieni mézzi che dan la febbre, da ondate
Di frumenti pesanti, chi passa lungo le siepi
Ne vede uscire i campanili rossi e i pioppi
Senz’ombra, annegati nella canicola, che non si sa
A che vento mai trovino il modo di tremare
In queste calme di luglio

Una calma assoluta domina nella natura sonnolenta del mese luglio.
Il Reno si fa largo lentamente in pianura, in dolci rivoli.
Balle di fieno roventi, siepi e pioppi assetati d’ombra, che
sembra boccheggino a causa di una canicola che non dà tregua

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.