Home Un verso un pensiero F. Garcia Lorca. Notte d’estate

F. Garcia Lorca. Notte d’estate

7474
0

L’acqua della fonte
suona il suo tamburo
d’argento.
Gli alberi
tèssono il vento
e i fiori lo tingono
di profumo.
Una ragnatela
immensa
fa della luna
una stella

C’è qualcosa di magico nelle notte d’estate, nel suono che l’acqua sorgiva
provoca nel suo continuo cascare.
Un venticello delicato agita le foglie degli alberi,
portando con sé un profumo di fiori inebriante.
Nel blu terso del cielo la luna brilla come una stella

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.