Home Chiesa e Diocesi Alvignano. Un messa per quei giovani scomparsi troppo in fretta

Alvignano. Un messa per quei giovani scomparsi troppo in fretta

744
0

Le famiglie hanno chiesto che fosse don Emilio Meola, al termine del suo mandato pastorale ad Alvignano a celebrare ancora una volta questa messa

La Redazione – Per il decimo anno consecutivo si è ripetuto questo momento di profonda fede: una messa, in cui protagoniste sono le famiglie di quei ragazzi e ragazze scomparsi prematuramente a causa di un incidente o per grave malattia.
Alvignano_Santuario-dell'Addolorata2Alvignano continua a fare i conti con un ripetuto caso di morti giovanili: nell’ultimo anno (l’ultimo il 14 agosto) altri tre hanno lasciato le rispettive famiglie per riunirsi in Dio.
Momento di fede, ma anche momento di difficile memoria e di dolore, per molti ancora un fardello pesante da portare sulle spalle, un peso per il cuore mai rassegnato di fronte all’accaduto.
Ha invitato a vivere la comunione, don Emilio Meola, e a riversare l’amore per Dio nelle relazioni con i fratelli e a fare dell’Eucarestia il punto di partenza di ogni azione umana, “affinché siamo balsamo e consolazione gli uni per gli altri creando comunione spirituale; (…) affidandoci poi a Gesù Cristo solo ci ricrea nuovi, ci vivifica…”.
Al termine della celebrazione i genitori dei tanti ragazzi defunti hanno offerto a Maria Addolorata, venerata presso l’omonimo Santuario alvignanese, un cuore trafitto, segno di un dolore condiviso affidato però al cuore grande di Dio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.