Home Territorio Alife / Piedimonte Matese. Rotonde senza illuminazione, gravi rischi per gli automobilisti

Alife / Piedimonte Matese. Rotonde senza illuminazione, gravi rischi per gli automobilisti

623
0

Un automobilista si è ribaltato nel fossato di una rotonda, la scarsa illuminazione alla base dell’incidente

La Redazione | È accaduto questa sera alle 18.40 presso una delle nuove rotonde che da Caiazzo e Alvignano portano verso Piedimonte; in questo caso siamo in prossimità della zona industriale di Alife.
Un uomo di Santa Maria Capua Vetere, a bordo della sua vettura è giunto in prossimità della rotonda, e non conoscendo la strada, pur percorrendola ad andatura moderata, si è imbattuto in un senso rotatorio molto poco illuminato e scarsamente segnalato impattando contro il bordo dello stesso, scavalcandolo e finendo nel fossato che è all’interno.
Non è la prima volta che un automobilista fa i conti con l’improvviso ostacolo, soprattutto se non si conosce la strada; sono diversi gli incidenti – non di grave entità – che negli ultimi anni si sono verificati in quello stesso posto.
Pur presenti alti lampioni in corrispondenza della grande circonferenza, la luce che emettono è scarsissima e insufficiente a garantire una totale visibilità, inoltre, per chi arriva in prossimità della rotonda non vi sono segnalazioni luminose sufficienti a garantire la sicurezza di chi guida.
L’efficienza di questi lavori, frutto di recenti progetti provinciali, utili a decongestionare il traffico e a sostituire i più pericolosi incroci, rischia di diventare altrettanto pericoloso per una leggerezza di troppo.
Disagi simili anche in prossimità della nuovissima rotonda nei pressi del ponte Margherita, dove diversi automobilisti segnalano la totale difficoltà di orientamento, e la mancanza di sicurezza nelle ore più buie della giornata, dove a fare da guida e da riferimento per chi è al volante sono soltanto i fari della propria auto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.