Home Chiesa e Diocesi Don Pasquale Rubino, la preghiera e la festa per i 25 anni...

Don Pasquale Rubino, la preghiera e la festa per i 25 anni di sacerdozio

2398
0

Una vocazione nata sulla musica di don Giosy Cento, il noto cantautore cristiano presente ad Alvignano il 22 dicembre per festeggiare

don Pasquale RubinoLa Redazione – Non poteva pensarla diversamente don Pasquale Rubino, la ricorrenza dei suoi 25 anni di sacerdozio: preghiera e festa, così com’è nello spirito che contraddistingue questo giovane prete.
A partire da oggi si alterneranno presso la parrocchia di SS. Pietro e Paolo in Alvignano, dove è amministratore parrocchiale da ottobre 2013, momenti di preghiera vocazionale, visite agli ammalati, incontri con i giovani, centri di ascolto e una messa con i neo cinquantenni alvignanesi.
Nel fine settimana il programma si farà più intenso e più sentito: domenica 20 dicembre, alle 18.30 in Cattedrale ad Alife, il vescovo Valentino Di Cerbo celebrerà la messa del giubileo sacerdotale di don Pasqualino, poi il 22 dicembre, giorno della sua data di ordinazione, dopo la messa presso la parrocchia di SS. Pietro e Paolo, seguirà – presso la parrocchia di San Sebastiano – il concerto del gruppo Nova e di don Giosy Cento, cantautore cristiano noto in tutta Italia, grande amico e compagno di viaggio di don Pasquale nel cammino vocazionale.
Don-Pasquale-rubinoQuanti conoscono don Pasquale Rubino?
O meglio, quanti ancora non lo conoscono? Pochi…molto pochi.
Solare, giocoso, profondo, buono, sensibile: un prete innamorato di Dio, e innamorato della gente che ha fatto di una delle sue passioni più grandi – la musica – lo strumento per raccontare Gesù agli uomini. L’immagine più diffusa di lui è quella che lo ritrae con una chitarra a suonare ed animare un momento felice, o anche triste, con discrezione, passione e partecipazione.
In Diocesi ricopre l’incarico di Direttore dell’Ufficio Vocazioni e di Assistente unitario di Azione Cattolica, ma la sua presenza è capillare anche in altri settori come l’organizzazione dei corsi in preparazione ai matrimoni e al corso straordinario in preparazione alla Cresima.
“Se si riconosce che la nostra vita è un dono, e che non abbiamo fatto nulla per esistere, non possiamo che rispondere alla nostra storia, al nostro futuro, con profonda gratitudine”. Il pensiero che don Pasqualino ha affidato agli amici per questi giorni che lo preparano all’anniversario del suo XXV di sacerdozio. “Avevo tanta voglia di viaggiare…oggi è quasi come un traguardo che insieme al mio Dio ci siamo promessi. Perciò, Egli ricco di Misericordia, io ricco di grazie”.
A lui, dalla nostra Redazione, buona settimana in preghiera e in festa. Non mancheremo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.