Home Scuola Alife-Caiazzo. Giovani studenti diventano giornalisti e archivisti, ecco come

Alife-Caiazzo. Giovani studenti diventano giornalisti e archivisti, ecco come

881
0

Partono i laboratori della Diocesi per gli studenti dei licei di Alvignano e di Piedimonte Matese, al lavoro nella redazione di Clarus e in Biblioteca diocesana

laboratorio giornalismo diocesi alife-caiazzoTi affascina sfogliare e leggere un giornale? Sei sorpreso dall’immensità dei libri presenti in una biblioteca? A volte i sogni e i progetti diventano realtà.
Oggi questa esperienza è toccata proprio ad un gruppo di giovani studenti del Liceo delle Scienze Umane “Pietro Giannone” con sede ad Alvignano e del Liceo “Galileo Galilei” di Piedimonte Matese.
Sono 4 gli appuntamenti in programma presso la redazione di Clarus, il giornale diocesano, e la Biblioteca diocesana San Tommaso d’Aquino, rispettivamente per il laboratorio di giornalismo Informiamoci e quello di catalogazione, Bibliomia.
I ragazzi sono stati accolti presso la Curia vescovile e qui hanno potuto vivere da vicino, seppur siamo ai primi passi, l’esperienza di essere giornalisti e archivisti.
Il gruppo interessato al percorso di formazione giornalistica è stato accolto dalla direttrice di Clarus, Grazia Biasi; sono state condivise informazioni sul progetto e sul mondo dell’informazione: chi è il giornalista? Come nasce una notizia? Tutto ciò che accade è notiziabile? Da dove si comincia per scrivere un articolo? Come essere originali  e catturare l’attenzione del lettore? 
Poi il racconto della storia di Clarus e della redazione che porta avanti il progetto editoriale della Diocesi attraverso il mensile e il sito.
Dalla teoria alla pratica. I giovani giornalisti si sono messi subito all’opera, e alla vecchia e saggia maniera, quella di foglio e penna, hanno iniziato a mettere nero su bianco proprio questo articolo.
laboratorio giornalismo diocesi alife-caiazzoProtagonisti del lavoro giornalistico sono stati anche i ragazzi del gruppo presente in biblioteca; sono stati velocemente intervistati e rispondendo alle domande della nuova redazione hanno fornito informazioni riguardanti il loro laboratorio: guidati dal direttore della Biblioteca, Luigi Arrigo, hanno appreso le prime nozioni di catalogazione e gestione di una biblioteca; hanno motivato la loro scelta legata ad una passione per la lettura e il mondo del libro in generale; sono alla prima esperienza e sperano di poter anche in futuro lavorare o interagire in questo campo.
Ancora una volta, grazie alla collaborazione tra la Diocesi e le Istituzioni scolastiche del territorio, si concretizza, a vantaggio dei ragazzi un’occasione preziosa per ampliare le proprie conoscenze, la propria cultura.

Stefania Ciardiello, Martina Dell’Estate, Paola Ferrara, Alessandra Renzo, Marianna Valentino, Elide Zazzarino, Annamaria Offreda, Vera D’Addio. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.