Home Chiesa e Diocesi Diocesi di Alife-Caiazzo. Partito il corso di formazione per gli operatori Caritas

Diocesi di Alife-Caiazzo. Partito il corso di formazione per gli operatori Caritas

852
0

Iniziato venerdì 11 marzo, il corso durerà fino al 15 aprile ed è rivolto agli operatori Caritas in servizio presso le parrocchie diocesane

caritas alife caiazzoMarialuisa Di Sorbo – Lo scorso venerdì 11 marzo, presso il salone multimediale della curia vescovile di Piedimonte Matese, si è dato il via al corso di formazione a cura di Caritas Italiana, che si concluderà il giorno 15 aprile. Tale iniziativa, voluta fortemente dal direttore della Caritas Diocesana, don Arnaldo Ricciuto, è stata proposta a tutti gli operatori che prestano servizio presso le Caritas delle varie parrocchie diocesane. L’obiettivo principale di tale evento è di rendere gli animatori pastorali Caritas figure che, partendo da qualsiasi ambito di presenza ed impegno, siano capaci di operare animando al senso della carità la comunità ed il territorio. Il corso in questi suoi primi incontri è stato articolato in tre moduli, caratterizzati da una parte teorica ed una esperienziale, realizzata attraverso esercitazioni e lavori di gruppo.
“Qual è la funzione dell’ascolto e come avviene la presa in carico della persona?”. Proprio su questo interrogativo si è concentrato il primo modulo di lavoro, svolto nelle giornate di venerdì 11 e sabato 12 marzo, dalla dott.ssa Lucia Surano, formatrice Caritas italiana. Attraverso il suo intervento ha evidenziato gli aspetti essenziali dell’ascolto e la sua funzione di strumento pastorale. Ha delineato, inoltre, la funzione del Centro di ascolto e il processo di presa in carico della persona, che ha come obiettivo principale la creazione di un progetto personalizzato. Venerdì 18 marzo, la dott.ssa Federica De Lauso, formatrice Caritas Italiana, si è concentrata sull’osservazione, modalità che consente di imparare a cogliere, attraverso vari strumenti, i fenomeni di povertà e le risorse presenti sul territorio, in modo da poter attuare dei percorsi di animazione ( pastorale e civile) adatti alla Diocesi di Alife-Caiazzo. Parte rilevante del suo intervento la piattaforma online Ospoweb. Tale software ha l’obiettivo di sostenere in maniera più efficace l’attività di raccolta dati relativa alle persone in difficoltà da parte dei Centri di Ascolto, rendendo disponibili i dati in ambiente web, soprattutto per favorire la loro utilizzazione in rete almeno all’interno della stessa diocesi. Nella mattinata di sabato 19 marzo, il dott. Raffaele Cerciello, formatore Caritas Italiana, si è soffermato sul discernimento, come funzione pastorale e di animazione, ideando un laboratorio che ha permesso di esercitarsi sull’elaborazione di un progetto per poter costruire animazione in un servizio diocesano. Si attende ora l’ultimo incontro di formazione, che si svolgerà venerdì 15 aprile e che avrà come relatore la dott.ssa Lucia Surano. Scopo di tale giornata sarà una ricapitolazione degli argomenti trattati ed un loro maggiore approfondimento per permettere a tutti gli operatori, così come anche affermato da Papa Benedetto XVI, di raggiungere non soltanto una preparazione professionale ma anche una “formazione del cuore”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.