Home Chiesa e Diocesi Piedimonte Matese. L’oratorio San Filippo si fa ecosostenibile

Piedimonte Matese. L’oratorio San Filippo si fa ecosostenibile

1288
0

IMG-20160617-WA0010

Dal taglio dell’erba alla sistemazione degli spazi attigui alla Casa parrocchiale, giovedì scorso è decollato ufficialmente il progetto di partenariato “Menti aperte e cuori aperti”

Alfonso Feola – Si è svolto giovedì scorso presso l’Oratorio “San Filippo Neri” il primo degli incontri nell’ambito di Menti aperte cuori aperti, il progetto in partenariato tra la Parrocchia di Ave Gratia Plena, l’Istituto comprensivo Ventriglia e l’associazione Love Matese. In tale occasione, è stato sviluppato il tema Curiamo e viviamo il nostro ambiente ma, contrariamente a quanto si possa pensare, non si è trattato di una semplice riflessione oppure di una franca discussione, bensì di attività concrete, sviluppate in totale condivisione con tutti i partecipanti: oltre alla conoscenza di come vanno recuperati e ripristinati i luoghi di vita quotidiana, si è provato a trasferire e potenziare nei giovani l’interesse per la cultura, sviluppando in particolare la cura ed il rispetto per il territorio e per l’ambiente. Il taglio dell’erba, la pulizia, l’allestimento di aiuole fiorite, la realizzazione di cartelli illustrativi: sono stati questi i primi, piccoli passi; l’ambizione che in questo momento va facendosi sempre più strada è la realizzazione di un orto sinergico.
IMG-20160617-WA0003Intanto giovedì, per un intero pomeriggio, si è assistito alla trasformazione dell’oratorio in autentico laboratorio a cielo aperto, dove adulti e ragazzi si sono scoperti protagonisti diretti, mettendo in pratica ciò che l’educazione ambientale si prefigge da sempre, ossia l’apprendimento della struttura dell’ambiente naturale e un maggiore impegno in comportamenti da attuare in equo rapporto agli ecosistemi. I ragazzi hanno fatto di persona l’esperienza di cosa significhi il vivere in modo sostenibile, senza cioè alterare gli equilibri naturali, bensì soddisfacendo le esigenze proprie e creando contemporaneamente il terreno fertile – è proprio il caso di dirlo – affinché in futuro le prossime generazioni possano fare altrettanto.
Un po’ quello che lo stesso Papa Francesco va rilanciando continuamente e che è stato l’argomento portante della sua Enciclica “Laudato sì”. E’ un primo tassello, che nei prossimi mesi sarà affiancato da ulteriori ed altrettanto interessanti iniziative, capaci di comporre entro breve quel mosaico di attività alternative tanto necessarie allo sviluppo umano e sociale dei ragazzi di Vallata, il Rione in cui la Comunitá di Ave Gratia Plena vive e si radica maggiormente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.