Home Chiesa e Diocesi Muore a Vienna dopo la Gmg a causa di meningite. Nessun pericolo...

Muore a Vienna dopo la Gmg a causa di meningite. Nessun pericolo per i giovani della Diocesi di Alife-Caiazzo

752
0

Ieri sera il comunicato della Conferenza Episcopale Italiana che pubblichiamo integralmente.
Profilassi necessaria per tutti coloro che sono passati per Casa Italia, luogo di riferimento per molte manifestazioni ed eventi che hanno riunito i nostri connazionali giunti in Polonia per la XXXI Giornata Mondiale della Gioventù.
Nessun problema per il gruppo della Diocesi di Alife-Caiazzo che non ha visitato quel luogo, essendo giunto a Cracovia solo in prossimità dei grandi eventi aperti ai partecipanti provenienti da tutto il mondo, nelle piazze e presso il Campus Misericordiae.

Oggi a Vienna (lunedì 1 agosto, ndr) – nel viaggio di rientro da Cracovia, dove aveva partecipato alla Giornata Mondiale della Gioventù – è morta una ragazza di una parrocchia romana per meningite.
I membri del gruppo di cui faceva parte sono stati già sottoposti alla necessaria profilassi, che consiste nell’assunzione di una compressa di Ciprofloxacina da 500 mg.
Essendo la giovane transitata per Casa Italia – quartier generale a Cracovia del Servizio Nazionale per la pastorale giovanile della CEI – l’ospedale di Vienna, a livello cautelativo, invita coloro che abbiano visitato la struttura ad effettuare il medesimo trattamento.
Nel caso in cui qualcuno accusasse sintomi quali febbre alta, mal di testa o di gola, problemi di vista o perdita di conoscenza, deve recarsi subito in ospedale, indicando quale potrebbe esserne la causa. La Chiesa italiana si stringe nel cordoglio attorno ai familiari della ragazza rimasta vittima, a conclusione di un’esperienza che è stata all’insegna della fraternità e della condivisione.

comunicato stampa

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.