Home Chiesa e Diocesi Diocesi di Alife-Caiazzo. Nuovi parroci a San Michele ed Alvignano

Diocesi di Alife-Caiazzo. Nuovi parroci a San Michele ed Alvignano

2628
0

In Diocesi cambi anche in Pastorale giovanile e Pastorale familiare

La Redazione | Alife e Alvignano sono i paesi coinvolti dal cambio dei parroci alla guida delle comunità parrocchiali di San Michele Arcangelo per il primo comune, e San Sebastiano e San Nicola per il secondo.
Il vescovo Mons. Valentino Di Cerbo ha incontrato i sacerdoti chiamati ai nuovi incarichi pastorali e con loro stabilito anche le date in cui saranno presentati alle nuove comunità.
don eusebio alife caiazzoAd Alife, nella frazione di San Michele andrà a guidare la parrocchia don Eusebio Swiderek, cappellano presso l’ospedale civile Ave Gratia Plena di Piedimonte Matese dove manterrà il suo incarico.
Il suo ingresso in parrocchia è fissato per domenica 18 settembre alle ore 11.00.

don stefano pastoreAd Alvignano, dopo il saluto di don Giuseppe Massa nella messa di sabato scorso presieduta da Di Cerbo, andrà don Stefano Pastore, che lascerà la parrocchia di San Michele; il suo primo saluto alla comunità è programmato per domenica 25 settembre alle ore 19.00 nella chiesa di San Sebastiano.
Fino a questa data provvederanno alla gestione delle parrocchie di San Nicola e San Sebastiano don Salvatore Zappulo e don Pasquale Rubino.

Tra le novità diocesane, anche nuovi incarichi in due settori pastorali: don Andrea De Vico, amministratore di Santa Maria Maggiore, lasciando l’incarico di direttore del Servizio per la Pastorale giovanile, avrà la responsabilità dell’Ufficio per la Pastorale familiare.
don Salvatore Di Chello, amministratore parrocchiale di San Sebastiano in Valle Agricola, sarà il nuovo responsabile della Pastorale giovanile, coadiuvato dal seminarista Paolo Vitale oggi in servizio presso la parrocchia di Santa Maria dell’Orazione in Pontelatone.
Mons. Valentino Di Cerbo coglie l’occasione per esprimere apprezzamento e solidarietà ai sacerdoti destinati lo scorso anno a nuovi incarichi che in questi ultimi giorni sono stati oggetto di voci e commenti infondati e malevoli su ulteriori trasferimenti in nuove comunità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.