Home Chiesa e Diocesi 1 / Al via la novena dell’Immacolata. Il Vescovo affida a Maria...

1 / Al via la novena dell’Immacolata. Il Vescovo affida a Maria il Sinodo diocesano

Sarà il Vescovo Valentino Di Cerbo ad accompagnare la riflessione dei fedeli fino alla festa dell'Immacolata

2298
0

novena immacolata piedimonte-matese

Con la celebrazione eucaristica di questa mattina, si è aperto il tradizionale novenario in preparazione alla Solennità dell’Immacolata Concezione presso la Parrocchia-Santuario di Ave Gratia Plena in Piedimonte Matese.
L’edizione odierna di questo novenario registra però un predicatore d’eccezione: il nostro Vescovo, Mons. Valentino Di Cerbo, ha fortemente desiderato di unirsi in preghiera assieme a questa Comunità parrocchiale, per impetrare da Maria la buona riuscita del Sinodo diocesano, di recentissima apertura.
Recitando insieme con i fedeli la coroncina di dodici invocazioni alla Vergine e celebrando successivamente l’Eucaristia, il Pastore ha introdotto il tema che farà da motivo trainante all’intero novenario: Alla ricerca del volto di Maria nella Bibbia.
E non poteva esserci miglior aggancio alle Scritture se non quello offerto dalla prima Lettura, tratta dal libro della Genesi (3, 9-15) dove Dio, scoprendo che Adamo ed Eva avevano mangiato dell’albero della conoscenza del bene e del male, prefigurava Maria in una donna nuova che presto avrebbe schiacciato il maligno. “Sono venuto ad affidare alla Madonna il Sinodo diocesano che abbiamo iniziato a preparare – ha affermato Mons. Di Cerbo – per rendere la nostra Chiesa diocesana più bella, più rispondente ai sogni di Dio. Quando la Chiesa si interroga su chi è, sulla sua missione, non può far altro che guardare a Maria, che è il suo modello, il suo aiuto. La prima lettura ci ha presentato il mondo dopo il primo peccato, un mondo capovolto, dove le scelte dell’uomo capovolgono il mondo sognato da Dio.
corale-parrocchiale-novena-immacolata-piedimonte-mateseMa nella condanna che Dio stesso fa al serpente – ha affermato il Vescovo – Egli aggiunge che una Donna e la sua stirpe gli schiaccerà il capo. Questa donna rappresenta la vittoria di Dio e dell’umanità sul peccato, è una donna che dà speranza. Questa donna che genera una stirpe nuova in Gesù, la Chiesa la riconosce in Maria: è Lei il segno nuovo, l’umanità nuova che ci indica quell’Amore di Dio che non si arrende e ci dice che con Dio ed uniti a Dio possiamo sempre ricominciare”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.